menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Baldassare Mauri, scomparso all'età di 70 anni

Baldassare Mauri, scomparso all'età di 70 anni

«Addio Rino, il territorio perde un politico appassionato e capace»

Scomparsa di Baldassare Mauri, le commosse reazioni dei colleghi sindaci e del mondo della politica lecchese

Il mondo della politica lecchese è in stato di choc per l'improvvisa scomparsa di Baldassare Mauri, sindaco di Civate mancato questa mattina a causa di un malore.

«Un'improvvisa perdita anzitutto per la sua famiglia, per la comunità di Civate e per il territorio - le parole dell'assessore di Valmadrera, già senatore e sindaco, Antonio Rusconi - Grazie Rino per il rapporto di amicizia e per la collaborazione che dura da anni con il Comune di Valmadrera».

Grane cordoglio anche nel saluto del presidente della Provincia Claudio Usuelli. «Ci mancherai tantissimo - ha scritto - Civate e tutta la Provincia di Lecco ha perso oltre che un grande amministratore un grandissimo uomo. Avevo espresso il desiderio di averti al mio fianco nel prossimo Consiglio Provinciale, ma, purtroppo, da lassù qualcuno di più importante ha deciso che dovevi essere invece al suo fianco. Buon viaggio caro Rino».

La tragedia: Mauri muore di infarto a 70 anni

«Oggi il nostro territorio ha perso un grande politico. Esprimo le più sentite condoglianze per questo profondo momento di lutto alla famiglia, a tutta l'Amministrazione comunale di Civate e a tutti i cittadini civatesi - ha scritto sulla propria pagina Facebook il primo cittadino di Santa Maria Hoè, Efrem Brambilla - Vi sono vicino nel dolore di questo giorno».

Brivio: «Costante apporto a progetti di respiro sovracomunale»

Il sindaco di Lecco Virginio Brivio lo ha voluto ricordare così: «Conoscevo bene il sindaco Baldassarre Mauri, alla cui famiglia esprimo il mio personale di cordoglio, nonché quello dell'Amministrazione comunale di Lecco - ha scritto Brivio in una nota - Voglio ricordare in questo momento, fra le altre cose, la sua sfida per il riconoscimento, la promozione e la valorizzazione dell'Abbazia di San Pietro al Monte e il suo costante apporto ai progetti di respiro sovracomunale, la collaborazione sul fronte delle società partecipate dai Comuni, delle gestioni associate e in generale di tutti gli strumenti messi in atto per affrontare insieme le nuove sfide. Parteciperò anche in rappresentanza del Comune di Lecco ai funerali di Rino, che si terranno mercoledì alle 15 nella chiesa parrocchiale di Civate».

De Capitani: «Pacato, gentile, un mediatore»

Commosso il ricordo di un amico di Mauri, il sindaco di Pescate Dante De Capitani: «Per me Rino Mauri era come un fratello maggiore, avevamo caratteri molto diversi e io gli invidiano la pacatezza e il suo modo sempre molto gentile di porsi e di risolvere i problemi con la mediazione - ha spiegato - Alla cerimonia del 1° novembre veniva sempre a messa a Pescate con la fascia tricolore, insieme a me e al collega di Oliveto Lario Bruno Polti. Un appuntamento fisso. Era innamorato di Civate, della sua gente che alle elezioni gli aveva tributato oltre l'ottanta per cento dei consensi, considerava il suo paese come un altro figlio e mi ricordo che aspettava che il governo riconoscesse nella legge di stabilità il terzo mandato. Ma anche senza legge il destino o qualcuno lassù ha voluto che lui fosse sindaco della sua Civate fino alla fine della sua vita. Un grande sindaco, un signore e un gentiluomo che rimarrà nella storia del nostro territorio».

Consonni: «Porterò un fiore per te al Moletto»

«Ci lascia un onesto e buon amministratore locale, persona la cui sincera pacatezza mi ha sempre colpito - sono le parole sentite del primo cittadino di Ballabio, Alessandra Consonni - Addio sindaco, la prossima volta al Moletto porterò un fiore anche per te e, in quel momento, sarà come se ci fossi ancora anche tu. Il mio cordoglio ai suoi cari e ai cittadini di Civate».

«Mancherai tanto caro Rino, a Civate e a chi ti ha conosciuto e apprezzato per la passione e l'amore che hai messo e trasmesso in tutto quello che hai fatto», è il commento del sindaco di Bellano Antonio Rusconi. La notizia ha veramente scombussolato chi lo conosceva e lo apprezzava, come amministratore e come persona. Il consigliere regionale Mauro Piazza ha commentato, commosso, «Rino, questa non ce la dovevi fare».

«Amministratore attento alla salvaguardia del suo territorio»

«Siamo rimasti attoniti quando abbiamo saputo la notizia della scomparsa del Sindaco di Civate. Baldassare Mauri, o come tutti lo chiamavano Rino, si era candidato nella lista di centro destra Libertà e Autonomia alle scorse Provinciali e proprio in questi giorni aveva dato la sua disponibilità per ricandidarsi ancora per l'appuntamento con le urne del prossimo 31 marzo - commentano i consiglieri provinciali Mattia Micheli, Alfredo Casaletto e Antonio Pasquini - Lo ricordiamo come un amministratore capace, appassionato e attento alla salvaguardia del suo territorio. Non passava settimana che qualcuno di noi consiglieri provinciali non sentisse Rino per le tante questioni che ci poneva: dal ponte di Isella al Cornizzolo, ai cormorani, ai problemi legati alla viabilità. Con severo ammonimento, ma addolcito da un sorriso affettuoso, ci ricordava che il simbolo della Provincia di Lecco è l'abbazia di San Pietro al Monte e che quindi dovevamo prestare la massima attenzione al suo territorio. La scomparsa di Rino rappresenta una grave perdita per la comunità di Civate e per l'intera provincia di Lecco».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

I 10 luoghi simbolo di Lecco più amati dai visitatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento