Cronaca

Incidenti in montagna: cinque interventi in quota, muore un uomo a Bobbio

Un escursionista 70enne è stato stroncato da un malore mentre stava camminando sui sentieri della Valsassina

Elisoccorso al lavoro a Pasturo

Domenica molto intensa per il personale medico in azione sulle montagne lecchesi. Nel primo pomeriggio un uomo di 70 anni è deceduto mentre stava camminando tra lo Zucco dell'Angelone e la Cappellina di Sant'Eustachio: stando a quanto fin qui ricostruito, l'escursionista sarebbe stato stroncato da un malore, che avrebbe reso purtroppo inutili i soccorsi inviati, per mezzo aereo, dalla base di Sondrio.

Montagna: vengono investiti da una scarica di sassi mentre vanno verso l'Angelone

La giornata odierna è stata caratterizzata dagli interventi in quota: sempre a Barzio, sullo Zucco Pesciola, il personale medico e la XIX Delegazione Lariana hanno prestato soccorso a una persona rimasta ferita a causa di una caduta. Le condizioni, in questo caso, sono decisamente meno gravi di quelle descritte in precedenza. Il personale di soccorso è stato inviato sul posto mediante un elicottero inviato da Milano.

Poco prima di mezzogiorno, sempre il medesimo mezzo milanese è stato mandato verso il Medale per recuperare un 64enne, che ha accusato un malore, fortunatamente lieve, mentre stava raggiungendo la croce posta in vetta. Da segnalare un intervento del Soccorso Alpino sulla via Invernale che conduce al Rifugio Brioschi: dove una persona è stata soccorsa in codice giallo; anche in questo caso nella zona è stato mandato l'elicottero milanese.

L'intervento è terminato intorno alle 20 domenica 10 giugno 2018 è ha tenuto impegnati per per tutto il pomeriggio la squadra di Barzio della XIX Delegazione Lariana. Alle 14 è giunta la chiamata per un uomo infortunato sulla cresta della Via Invernale del Grignone, sopra il bivacco Comolli. L’elicottero decollato da Milano, grazie a una schiarita, ha portato in quota una prima squadra, mentre un’altra squadra la stava raggiungendo prima in fuoristrada, poi a piedi verso la località Pialeral, per un dislivello di circa 800 metri. L’infortunato è stato condizionato e poi è iniziata la calata con barella portantina. Le calate sono proseguite fino alla località Pialeral con il supporto di altri tecnici, sopraggiunti in supporto. Il medico del Soccorso alpino ha rivalutato l’infortunato, che alle 20.00 è stato consegnato all’ambulanza.

Poco prima delle 16 l'elisoccorso è entrato in azione, inviato da Villa Guardia (Como), per soccorrere un bambino di 10 anni caduto poco sotto la piana di San Tomaso

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidenti in montagna: cinque interventi in quota, muore un uomo a Bobbio

LeccoToday è in caricamento