menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La locandina di "Profondo rosso", film per cui Gaslini scrisse la colonna sonora

La locandina di "Profondo rosso", film per cui Gaslini scrisse la colonna sonora

Morto Giorgio Gaslini, la città di Lecco si unisce al cordoglio

L'artista di fama internazionale fu molto legato alla città; nel 1996 donò a Lecco una prestigiosa raccolta di materiale musicale, oggi conservato alla biblioteca civica.

Anche Lecco si unisce al mondo della musica nel lutto per la scomparsa, oggi, del maestro Giorgio Gaslini: il jazzista milanese, considerato uno dei più grandi al mondo, ha avuto uno stretto legame con la città, nella quale ha trascorso un lungo periodo della sua vita giovanile.


A partire dal 1996, Gaslini dona alla biblioteca civica della città una prestigiosa ed enorme raccolta di materiale musicale, e non solo (1400 dischi, oltre 600 libri, un archivio di partiture manoscritte dall'artista), che va a costituire la sezione più importante del reparto musicale della biblioteca "Pozzoli" ed è custodita nella sede di Villa Gomes a Maggianico.


«La scomparsa del maestro lascia un vuoto incolmabile nel panorama musicale italiano e internazionale – dichiara Michele Tavola, Assessore alla Cultura del Comune di Lecco –Giorgio Gaslini è stato un innovatore artistico che ha saputo coniugare la tradizione della musica classica con le note e le melodie del presente», mentre Pino Pogliani, che fu sindaco al tempo della donazione del Fondo Gaslini, aggiunge: «Mi piace credere che i lecchesi sentano il dovere di ricordare degnamente  un signore che ha saputo creare e diffondere la musica al suo massimo livello ed ha voluto lasciarne tutto il patrimonio alla nostra città.»

L'artista, nato nel 1929 a Milano, è stato attivo nel panorama musicale internazionale per oltre cinquant'anni, spaziando dalle esecuzioni di brani classici per pianoforte alle composizioni jazz. È conosciuto al grande pubblico per le sue collaborazioni cinematografiche, fra le quali spicca la colonna sonora di "Profondo rosso", fil di Dario Argento del 1975.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Attualità

Lecco e la Lombardia da oggi tornano in zona arancione: in vigore nuovi divieti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento