rotate-mobile
La tragedia / Brianza / Lungolago

Il cuore si ferma mentre è nel lago: morto Alberto Andreotti, 58enne di Bosisio

L'uomo ha lottato per due giorni, ma lunedì n'è stato constatato il decesso

Si è spento dopo due giorni di lotta, Alberto Andreotti. Il bosisiese di 58 anni sabato pomeriggio era stato colpito da un improvviso malore mentre si trovava nelle acque del lago di Pusiano, il "suo" specchio d'acqua nel quale era solito gettarsi. L'uomo era impegnato in una nuotata poco dopo l'ora di pranzo all'altezza del lungolago Gianni Brera. quando è stato visto in difficoltà da alcune persone a riva, mentre è stato soccorso da altre due persone che si trovavano già in acqua e in canoa. Trascinato fuori dall'acqua in stato di arresto cardiocircolatorio, Andreotti è stato raggiunto dall'ambulanza di Sos Canzo e da un'autoinfermieristica, mentre da Villa Guardia (Como) si è alzato in volo l'elicottero, in grado di raggiungere la località in breve tempo.

Il disperato tentativo

Caricato sul mezzo aereo dopo l'esecuzione delle manovre rianimatorie avvenuta sul posto, il 58enne è stato ricoverato in codice rosso all'ospedale San Gerardo di Monza, dov'è giunto intorno alle 15.15: dopo due giorni passati in terapia intensiva in prognosi riservata, lunedì pomeriggio n'è stato dichiarato il decesso. Ricoverato a scopo precauzonale anche il 70enne che aveva partecipato attivamente al recupero di Andreotti, colpito a sua volta da un malessere rivelatosi meno grave.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cuore si ferma mentre è nel lago: morto Alberto Andreotti, 58enne di Bosisio

LeccoToday è in caricamento