menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lecco, anche il Movimento 5 stelle in corsa per le elezioni comunali

Ci saranno anche i pentastellati a contendersi la guida del capoluogo, aperti a ogni confronto, ma senza classificazioni né alleanze. I punti del programma saranno discussi con i cittadini.

Anche il Movimento 5 stelle si presenterà all'appuntamento elettorale di maggio 2015 per contendersi la guida della città di Lecco: la sezione locale del movimento guidato da Beppe Grillo ha diffuso oggi un comunicato in cui presenta i primi punti fondamentali di quelli che nei prossimi mesi diverranno il programma elettorale e le candidature.


Secondo i pentastellati lecchesi le elezioni comunali si svolgeranno in un momento difficile e determinante per la vita della città che, nonostante le amministrazioni di diversi colori politici che si sono succedute negli anni, oggi è in evidente declino: l'inadeguatezza degli amministratori, si legge nel comunicato, si riflette in un Piano di governo del territorio senza spunti per il futuro, nella gestione incapace dei lavori pubblici, nella penalizzazione dell'industria e del commercio e nelle politiche sociali non all'altezza di rispondere ai bisogni dei cittadini.


"Una situazione critica - dicono dal movimento - alla quale il M5S lecchese non si rassegna e per la quale vuole porsi come unica e credibile alternativa al declino, grazie ad un profondo e autentico rinnovamento della classe politica e dei suoi rappresentanti, e a un’apertura al contributo propositivo di tutti i cittadini e della società civile".


Per quanto riguarda il programma, i pentastellati annunciano che non sarà deciso da pochi, ma le proposte verranno raccolte e discusse tramite incontri pubblici con i cittadini,  "che contribuiranno, così, direttamente alla scrittura del programma destinato al futuro e al rilancio della comunità in cui viviamo tutti noi".


Anche sul tema delle alleanze la posizione dei Cinque stelle lecchesi riflette quella del Movimento a livello nazionale: resteranno estranei a ogni schieramento, così come alla dicotomia centrodestra/centrosinistra. Ciò comunque non impedirà il confronto con gli altri soggetti politici, né in fase pre-elettorale né dopo le elezioni.


Nessun nome, inoltre, per quanto riguarda le liste e le candidature, che arriveranno col tempo: come si legge nel comunicato, "il M5S lecchese è un gruppo dinamico aperto al contributo di tutti coloro che, condividendo le nostre posizioni, intenderanno mettersi in gioco". Restano comunque i due presupposti validi anche a livello nazionale: chiunque volesse candidarsi dovrà essere incensurato, e in nessun caso potrà farlo dopo due mandati.


"Abbiamo predisposto un programma di lavoro che ci condurrà fino all’appuntamento elettorale del prossimo anno: proprio perché vogliamo essere tra la gente, decidere con la gente e crescere grazie alla gente, l’impegno sarà importante - spiegano i pentastellati - stiamo già lavorando duramente e concretamente in silenzio, per poter essere pronti e dimostrare che il M5S non è solo protesta, ma soprattutto proposta, non è improvvisazione, ma capacità, competenza e conoscenza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento