Germanedo, il Codacons sulle vetture rimosse: "La segnaletica è illeggibile"

Il consorzio di tutela dei consumatori si schiera contro il provvedimento applicato martedì mattina, quando sono stati rimossi diversi veicoli

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Martedì mattina parecchi lecchesi si sono risvegliati con una spiacevole sorpresa: parecchie automobili, parcheggiate di fronte al Centro Civico di Germanedo, sono state rimosse dalla polizia locale con l'ausilio del carro attrezzi. I cartelli posizionati, stando a quanto riferito dai cittadini, erano tutt'altro che visibili: su tale aspetto s'incentra la comunicazione del Codacons inviata poco fa.

"Rimosse col carro-attrezzi le auto parcheggiate dinnanzi al centro civico di Germanedo dove era prevista la pulizia del piazzale, peccato che il cartello non era affatto visibile. 

Infatti, la segnaletica alta indicava il disco orario di due ore mentre non vi era alcun accenno alle pulizie della strada, se non un cartello di divieto basso e tenuto fermo un sacco di terra. È chiaro che un divieto di sosta per le pulizie deve essere segnalato con apposita segnaletica alta e ben visibile e non tramite un cartello provvisorio che nemmeno si nota. Infatti la segnaletica deve essere resa nota all’utenza e resa da quest’ultima ben visibile.

È possibile che nessuno degli automobilisti che hanno parcheggiato in quella zona non avvistavano la presenza del cartello di divieto? Evidentemente il cartello veniva situato in una posizione ambigua ed “ingannatoria”, ed infatti nessuno ha avuto modo di prenderne visione.

Per il Codacons è inaccettabile che i cittadini debbano sostenere i costi della multa e del carro-attrezzi per un errore della Polizia Locale che non ha segnalato in modo chiaro ed intellegibile i cartelli indicanti il divieto di sosta per pulizia della strada.

Chiunque abbia subito tali multe si rivolga all’Associazione al fine di avere tutte le informazioni in merito a cosa fare per poter impugnare i verbali."

Torna su
LeccoToday è in caricamento