menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il frigorifero della fotografa Federica Fumagalli, uno scatto che fa parte del progetto

Il frigorifero della fotografa Federica Fumagalli, uno scatto che fa parte del progetto

"Nel mio frigo": i lecchesi raccontati attraverso ciò che mangiano

Fino a fine giugno il festival H-drà propone in piazza Garibaldi l'insolito progetto fotografico di Elena Lo Muzio e Federica Fumagalli

Se è vero che siamo ciò che mangiamo si può dire che siamo ciò che c’è nel nostro frigorifero. Parte da questo assunto l'originale progetto fotografico elaborato dalla fotografa lecchese Federica Fumagalli in collaborazione con Elena Lo Muzio di Frasi Lunari. L'occasione della mostra allestita fino a fine giugno in piazza Garibaldi a Lecco è la riproposizione da parte dell'amministrazione del festival H-drà, quest'anno incentrato sul tema del "conservare", strettamente legato allo slogan "nutrire il pianeta" di Expo.

E dove si conservano i cibi se non nel frigorifero? E proprio di questi elettrodomestici è stata disseminata la piazza lecchese, con l'intento, fotografico e sociologico, di mostrare ai passanti che cosa si nasconde nei frigoriferi delle case di alcuni noti e meno noti concittadini lecchesi. La mostra si intitola appunto "Nel mio frigo": il progetto prende ispirazione da un reportage, "Refrigerators", compiuto da un fotografo americano, Mark Menjivar, che dal 2008 al 2012 ha provato a raccontare le abitudini alimentari dei cittadini statunitensi immortalando proprio il contenuto del loro frigorifero.

"Lo abbiamo contattato - raccontano le artefici del progetto lecchese - spiegando che ci sarebbe piaciuto realizzare un lavoro simile al suo, nel nostro territorio, a livello locale. Ha detto che l'idea gli sembrava molto interessante e si è detto subito disponibile a sostenere il progetto. Così, sulla scia del precedente, siamo partiti".

Non solo frigoriferi si ammirano dunque in piazza Garibaldi, perchè su ciascun elettrodomestico è apposto il ritratto del suo "proprietario": famiglie, singoli, gruppi, comunità, associazioni, personaggi noti e meno noti, coinvolti in una sorta di “gioco” sociologico.

"Le persone che hanno preso parte al progetto hanno accettato volentieri questa invasione della privacy permettendo così di scoprire qualcosa di più sulle abitudini alimentari degli abitanti della città e mettendo in piazza una parte della loro vita a cui in pochi hanno accesso" raccontano le organizzatrici.

Tra i personaggi ritratti anche volti noti come l’olimpionico Antonio Rossi, il prevosto monsignor Franco Cecchin, la direttrice di Teleunica, Katia Sala, il gruppo musicale dei Sulutumana e esponenti di comunità e associazioni come Caritas e Rivalsa.

Il progetto non si conclude con la mostra esposta in piazza Garibaldi a Lecco, ma è in continua evoluzione, alla ricerca di nuovi frigoriferi e nuove famiglie. La scelta di posizionare le fotografie su dei frigoriferi non è solo estetica; si tratta infatti di elettrodomestici di recupero, un modo per parlare anche di riciclo e di ambiente. Chi volesse partecipare al progetto può scrivere a elena@frasilunari.com. La galleria completa degli scatti del progetto è invece disponibile cliccando qui.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

Lecco: aperte le prenotazioni dei vaccini per la fascia 50-59 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento