menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'area del Golf Club ad Annone

L'area del Golf Club ad Annone

«No alla cementificazione dell'area verde del Golf club di Annone Brianza»

La richiesta del Circolo Ambiente "Ilaria Alpi" al Comune di Annone dopo la discussione sulla modifica del Piano integrato di intervento. «Mantenere l'area verde»

«No alla cementificazione dell'area verde del Golf club di Annone Brianza». A denunciarlo è il Circolo Ambiente "Ilaria Alpi", intervenendo a seguito della discussione, avvenuta nel Consiglio comunale annonese, relativa alla modifica del Piano integrato di intervento sull'area del Golf club.

«Sebbene l'attuale maggioranza consigliare abbia deciso di ridurre la volumetria da 9.000 a 7.500 metri cubi - dichiara Roberto Fumagalli, presidente del Circolo Ambiente - siamo comunque in presenza di una pesante cementificazione di un'area che andrebbe invece mantenuta a verde. È chiaro che l'errore maggiore è stato fatto dalle precedenti amministrazioni, che hanno approvato il Piano di intervento da 9mila metri cubi. Però ora, dopo che son passati alcuni anni senza che la proprietà abbia attuato il Piano, l'attuale Amministrazione avrebbe dovuto avere il coraggio di bloccare l'intero progetto di costruzione, modificando il Pgt fino a rendere non edificabile tutto il comparto. Oltretutto, il Piano integrato è indirizzato a residenze "turistiche" o seconde case di lusso, quindi non siamo nemmeno in presenza di un'esigenza primaria dei cittadini di Annone».

Tragedia di Annone, chiuse le indagini: salgono a sei gli indagati

Ma il Circolo Ambiente "Ilaria Alpi" vuole anche allargare lo sguardo a tutto il territorio dell'Oggionese e non solo, ricordando che la priorità, in quella che è una delle zone più cementificate, deve proprio indirizzarsi alla conservazione e tutela dell'ambiente.  

Conclude a tal proposito Fumagalli: «Noi ribadiamo ancora una volta che il territorio della Brianza lecchese non ha bisogno di altro cemento e di altri mattoni. Si favorisca piuttosto la riqualificazione degli edifici non utilizzati dei vecchi nuclei, come ve ne sono ad esempio nel centro storico di Annone, recuperando il patrimonio edilizio sfitto o inutilizzato, senza sacrificare le preziose aree verdi». 

Il Circolo Ambiente "Ilaria Alpi" chiede pertanto al Comune di Annone di rivedere il Piano integrato, rendendo non edificabile tutto il terreno del Golf club.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazione anti-covid, da giovedì possono prenotarsi 22mila lecchesi

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Le Regioni non mollano Draghi: «Ristoranti aperti e coprifuoco alle 23»

  • Notizie

    Bellano: entro il 2024 il passaggio a livello sarà un ricordo

  • Attualità

    «Pullman gratis un cambio di passo concreto verso una mobilità più leggera»

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento