menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Not Fail", operazione della Guardia di Finanza di Lecco

In manette per reati tributari e bancarotta l'amministratore di una società operante in provincia di Milano

La Guardia di Finanza di Lecco ha arrestato l'amministratore di una società operante in provincia di Milano, nel settore della minuteria metallica, indagato per i reati di bancarotta documentale e fallimentare aggravata, sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte ed omesso versamento di ritenute operate e non versate.

Le indagini, coordinate dal Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Milano, Grazia Colacicco, hanno consentito di accertare il trasferimento fittizio della sede legale della società in Bulgaria al fine di sottrarsi alla giurisdizione italiana per i fatti di bancarotta, nonché il trasferimento fraudolento di somme di denaro su conti correnti bulgari per più di 200mila euro. La ditta, infatti, già dal 2013 versava in grave stato d'insolvenza sia verso l'Erario che verso i fornitori per un ammontare totale di oltre 4 milioni di euro. La società dichiarata fallita, quindi, ha proseguito l'attività attraverso la costituzione di una newco che ne ha distratto tanto le risorse strumentali quanto il personale, acquisendone i clienti e i fornitori.

Il GIP del Tribunale di Milano, condividendo le ipotesi investigative avanzate dalla Autorità Giudiziaria inquirente e dai militari operanti, ha emesso un decreto di sequestro preventivo finalizzato alla confisca per equivalente delle tasse evase per oltre 4 milioni di euro, che ha consentito di sottoporre a sequestro, a carico del titolare della ditta, disponibilità finanziarie e immobiliari per un valore di circa 500mila euro. Inoltre, è stata sottoposta a sequestro preventivo la nuova azienda che è stata affidata ad un amministratore giudiziario nominato dal GIP, al fine di garantirne la continuità aziendale e preservarne la forza lavoro impiegata.

In totale sono state denunciate altre 4 persone per la commissione dei reati tributari e fallimentari in concorso con l'amministratore tratto in arreso per il quale è stato ipotizzato anche il reato di autoriciclaggio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Priscilla cerca casa: «È dolcissima»

Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento