Mercoledì, 12 Maggio 2021
Cronaca

Il Comune di Lecco: «Cerchiamo risorse per affrontare il problema nutrie»

L'assessore all'Ambiente Venturini: «Intenzionati a risolvere il sovraffollamento, ma dobbiamo capire come muoverci. Chiediamo aiuto alle associazioni animaliste»

«Il problema esiste e dovremo affrontarlo, in un modo o nell'altro. Ma servono risorse adeguate».

L'assessore all'Ambiente del Comune di Lecco Ezio Venturini, interpellato da Lecco Today sulla questione lagata al sovraffollamento delle nutrie a Rivabella e sulle rive della città, annuncia che sono in corso «valutazioni per capire come muoversi. Nel frattempo - spiega - stiamo monitorando la situazione».

Il parere dell'esperto: parola al biologo

La vicenda ha acquisito dimensioni notevoli, tali da non potere più passare inosservata. «È un problema di competenza provinciale, qualche anno fa ci fu una proposta da parte di Regione Lombardia per coinvolgere i Comuni e fornire loro parte delle risorse da investire, ma non si è mai fatto nulla. Da allora c'è stato un peggioramento, poiché le nutrie si sono riprodotte in grande quantità. E come si può immaginare, a Lecco c'è una grande area da monitorare, da Rivabella sino alle Caviate».

Dal Comune specificano di essere già intervenuti diverse volte, quest'anno, per rimuovere carcasse di nutrie rivenute morte. «In questi casi contattiamo Silea che provvede alla rimozione. Dobbiamo capire quale sia la soluzione migliore - spiega Venturini - Se il problema diventasse ingestibile si potrebbe pensare all'abbattimento di una parte della colonia mediante l'impiego di società private. Ma noi siamo disposti a pensare prima di tutto alla sterilizzazione, qualora avessimo le risorse da investire. Ci rivolgiamo alle associazioni animaliste affinché ci diano una mano anche attraverso la loro conoscenza del fenomeno. Nei prossimi giorni interpellerò la Provincia per avere ragguagli».

Il Codacons: «Serve un censimento»

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune di Lecco: «Cerchiamo risorse per affrontare il problema nutrie»

LeccoToday è in caricamento