menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'incontro con uno dei dipendenti del comune di Cagli (frame dal servizio delle Iene)

L'incontro con uno dei dipendenti del comune di Cagli (frame dal servizio delle Iene)

Oggiono, le "Iene" in aiuto di Amy, costretta a vivere per strada e senza assistenza

Grazie all'aiuto del programma tv la giovane è riuscita a superare gli ostacoli della burocrazia

Sola, abbandonata dai genitori, costretta a vivere in strada e a lottare contro la burocrazia per ricevere aiuto: è questa la storia di Amy, 21enne che solo grazie all'aiuto delle "Iene" televisive è riuscita a farsi riconoscere il diritto alla residenza a Oggiono, dove vive da qualche mese, e che il programma televisivo ha raccontato nella puntata andata in onda ieri 26 ottobre.

La giovane è stata trovata la scorsa estate, nel parcheggio in cui dormiva, da Patrizia, una donna residente in paese che da quel momento è diventata il suo "angelo custode" e ha scoperto la sua storia: dopo la separazione dei genitori quando aveva 11 anni, la giovane è stata in una comunità per minori fino al compimento dei 18 anni. 

Nel frattempo, mentre la madre e il padre si costruivano ognuno la propria vita, lei a 14 anni entrava nel tunnel dell'eroina e della prostituzione per procurarsi le dosi quotidiane. Proprio la sua dipendenza ha fatto sì che, una volta uscita dalla comunità e tornata a casa del padre, lui decidesse di sbatterla di nuovo fuori casa e troncare ogni rapporto con lei. Circa un anno fa, la 21enne è entrata in una comunità di recupero per disintossicarsi, ma una volta uscita si è trovata sola e senza nessuno a cui rivolgersi, fino all'incontro con Patrizia.

La donna, intuendo le sue condizioni, l'ha invitata in casa per bere un caffè e da lì ha deciso di darle una mano, economicamente ma non solo: oltre a mantenerla, si è rivolta alla Caritas e al Comune per trovarle assistenza. E proprio qui sono iniziate le difficoltà.

Se, da un lato, la Caritas sembra non volersi fare carico della situazione, dal Comune di Oggiono le difficoltà sembrano insormontabili e legate alla carta di itentità, che Amy ha smarrito e dovrebbe richiedere al suo comune di nascita, Cagli, nell'Urbinate: un "cavillo" che si risolve solo quando entrano in scena Matteo Viviani e le telecamere di Mediaset, grazie a cui la ragazza, in poco tempo, è riuscita a ottenere non solo il documento, ma anche la residenza in paese come persona senza fissa dimora, status che le darà accesso all'assistenza sociale.

Guarda qui il servizio completo delle "Iene"

amy iene cover-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Attualità

Lecco e la Lombardia da oggi tornano in zona arancione: in vigore nuovi divieti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento