Olgiate Molgora, situazione critica alla Casa Famiglia: 13 vittime in una settimana

Il sindaco Giovanni Battista Bernocco: «La struttura ha messo in atto tutte le procedure possibili per il contenimento del focolaio di Covid-19». A breve la distribuzione delle mascherine in paese

La Casa Famiglia a Olgiate Molgora

La situazione alla Casa Famiglia di Olgiate Molgora si è aggravata: dal 30 marzo a oggi le persone scomparse all'interno della struttura sono 13. A comunicare la tragica notizia, ribadendo vicinanza e cordoglio ai famigliari delle vittime, è il sindaco Giovanni Battista Bernocco.

«In questo momento di dolore - spiega il primo cittadino - non può certo essere di consolazione, ma vi assicuro che la struttura ha messo in atto tutte le procedure possibili per il contenimento del focolaio di Covid 19. Con un importante sforzo organizzativo sono stati eseguiti i test per tutti gli ospiti, gli operatori e i volontari che lavorano presso la struttura. Come vi avevo anticipato, i volontari del Comune, che da oggi sono 10, fanno sentire costantemente la loro presenza per dare conforto agli ospiti della Casa Famiglia».

Per quanto riguarda il resto del Comune, i positivi sono saliti da 15 a 17. Sette ospiti della Casa dei Ragazzi sono ufficialmente guariti, così come altri due olgiatesi che avevano contratto la malattia. Attualmente sono 21 le persone in quarantena e 6 (esclusa la Rsa) i decessi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Olgiate Molgora, morti improvvise alla Casa Famiglia: si attendono i tamponi

«Purtroppo il cimitero comunale dovrà rimanere chiuso in occasione della Santa Pasqua, ma il Comune si è attivato per una pulizia straordinaria - prosegue Bernocco - Desidero in proposito ringraziare con tutto il cuore i volontari della "Sbiellata Sanzenese" che, a cominciare da questo pomeriggio, si sono offerti di mettere in ordine tutti i monumenti, togliere i fiori secchi e sostituirli con un ramoscello d'ulivo. In molti ci chiedono delle mascherine protettive, dopo averle donate, già a partire da metà marzo, alle strutture sanitarie del nostro Comune e ai negozianti che ne hanno fatto richiesta, come anticipato ne abbiamo acquistate 8.000 a cui si aggiungono le 1.700 che Regione Lombardia ha destinato a Olgiate. La distribuzione, casa per casa, grazie all'aiuto della Protezione Civile, avverrà a partire dalla prossima settimana. Vi chiedo quindi di pazientare ancora qualche giorno e di non recarvi in farmacia, in Comune o nei negozi evitando di uscire di casa».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni Comunali di Lecco: si va al ballottaggio, a inizio ottobre il nuovo sindaco della città

  • Elezioni, Amministrative di Lecco: iniziato lo spoglio. Exit poll: Ciresa tra il 49 e il 53%

  • Entrano in una scuola, interrompono la lezione e sbeffeggiano l'insegnante: denunciati due diciottenni

  • Giornata flagellata dal maltempo: una quarantina di interventi nel territorio

  • Elezioni Comunali di Mandello: Riccardo Fasoli si conferma sindaco

  • «La vostra sanità funziona e ci ha aiutati», ristoratori egiziani devolvono nuovamente il loro incasso all'ospedale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento