Oliveto Lario, centrodestra in sopralluogo alla spiaggia della Valle di Vassena

Il comunicato stampa unificato di Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale Lecco

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

"Quel ramo del lago di Como, che volge a mezzogiorno, tra due catene non interrotte di roeù, tutto a seni e a golfi, a seconda dello sporgere e del rientrare di quelli, vien, quasi a un tratto, a ristringersi, e a prender corso e figura di discarica a cielo aperto".

Il CENTRODESTRA LECCHESE, ancora una volta compatto a tutelare il territorio e le sue radici dall'invasione incivile alimentata dal governo di RENZI e ALFANO, ha visto i suoi dirigenti provinciali Davide Bergna (Forza Italia), Giacomo Zamperini e Elena Ornaghi (Fratelli d'Italia- Alleanza Nazionale), Flavio Nogara e Stefano Parolari (Lega Nord) nella mattinata di domenica 31 luglio ha preso parte al sopralluogo alla spiaggia della Valle di Vassena a Oliveto Lario, a sostegno della battaglia contro il degrado che il sindaco Bruno Polti sta conducendo nell'indifferenza dell'autorità prefettizia.

Un degrado che non è attribuibile ad un disimpegno dell'amministrazione comunale guidata da Bruno Polti nella gestione dei servizi relativi all'ambiente e alla raccolta rifiuti. È un degrado figlio della maleducazione e dell'inciviltà di sedicenti "turisti" che violando sistematicamente sia le più elementari norme igienico-sanitarie (e non tenendo quindi conto della presenza di bambini anche di età infantile) sia l'ordinanza sindacale di chiusura a tempo indeterminato bivaccano trasformando di fatto una spiaggia comunale e libera nel loro "personale" campeggio, con accensione di fuochi e montaggi di tende, lasciando dopo il loro "soggiorno" immondizia di ogni genere: vetri, plastica, avanzi di cibo, deiezioni.

La battaglia del sindaco Polti è prima di tutto una battaglia di buona educazione e di civiltà. È assurdo arrivare ad emettere un'ordinanza sindacale per vietare la balneazione di una spiaggia bellissima, solo perchè qualcuno si comporta in modo incivile. Crediamo e chiediamo che la Prefettura, informata e sollecitata in merito, debba assolutamente intervenire a fianco del sindaco, e senza più alcun indugio.

Quello di domenica scorsa non è stato un sopralluogo una tantum: nel prossimo weekend torneremo in difesa del nostro paesaggio e del nostro lago, convinti più che mai che se vogliamo parlare di bellezza e di vocazione turistica dobbiamo anche parlare di pulizia e di rispetto delle regole.

Forza Italia, Davide Bergna - Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale, Giacomo Zamperini e Elena Ornaghi - Lega Nord, Flavio Nogara e Stefano Parolari

Torna su
LeccoToday è in caricamento