Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca Bellano

Incapace di intendere e volere: prosciolto l'assassino del comandante Furceri

L'omicidio del carabiniere, a lungo operativo anche nel Lecchese, era avvenuto ad Asso nell'ottobre 2022

Il Tribunale militare di Verona ha prosciolto il brigadiere che nell’ottobre del 2022 sparò al suo comandante a Asso, il maresciallo Doriano Furceri, uccidendolo. Come illustrato dai colleghi di QuiComo, i giudici lo hanno ritenuto, a causa delle patologie di cui soffriva, incapace di intendere e di volere. Nello stesso tempo hanno però chiesto che si indaghi sulla commissione medica che aveva deciso il suo reintegro in servizio. Il brigadiere Antonio Milia infatti in passato era stato ricoverato in ospedale e poi posto in convalescenza per diversi mesi, per problemi di disagio psichico: era stato riammesso in servizio perché ritenuto idoneo pochi giorni prima del delitto. L'accusa aveva chiesto una condanna a 24 anni per il brigadiere Milia. Nei suoi confronti è stata disposta la misura di sicurezza in una comunità di cura per 5 anni.

L'omicidio 

Nel tardo pomeriggio del 27 ottobre del 2022 ad Asso sono stati uditi gli spari. Secondo alcuni testimoni il brigadiere dopo aver sparato avrebbe gridato "l'ho ammazzato" e poi si è barricato nella caserma. È rimasto dietro la porta blindata a lungo mentre un carabiniere esperto in trattative ha cercato di convincerlo ad arrendersi mentre l'area è stata circondata da numerosi uomini e mezzi delle forze dell'ordine. Durante le trattative il corpo di Furceri si intravedeva immobile dietro il brigadiere. Per lunghe ore non si è avuta la certezza delle condizioni del comandante poiché nessun operatore del 118 è riuscito ad avvicinarsi a lui.

Il militare ucciso era stato a lungo comandante a Bellano

Furceri aveva 57 anni e da 35 era in servizio nell'Arma per la quale ha ricoperto il ruolo di comandante di stazione in diversi comuni della Lombardia, come Seregno e Merate. Era originario di Palermo e gli ultimi 17 anni, prima del trasferimento ad Asso avvenuto nel 2021, li aveva trascorsi al comando della stazione di Bellano, un incarico assai longevo interrotto solo quando nel 2008-2009 era stato in missione in Kosovo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incapace di intendere e volere: prosciolto l'assassino del comandante Furceri
LeccoToday è in caricamento