rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Uccido / Alto e Basso Lago / Via Giuseppe Verdi

Omicidio a sangue freddo: colpito a morte l'assessore Pierluigi Beghetto

L'uomo è stato ucciso in mezzo alla strada

Omicidio a sangue freddo. Pierluigi Beghetto, assessore del Comune di Esino Lario, è stato assassinato da un uomo verosimilmente affetto da problemi psichiatrici mentre si trovava in via Verdi: intorno alle 9 di domenica 21 aprile il 53enne è stato colpito a morte tramite l'utilizzo di un coltello che gli ha provocato delle ferite mortali. Sul posto si sono portati i soccorritori: l'elisoccorso è stato fatto decollare dalla base di Caiolo (Sondrio), mentre via terra sono arrivati i soccorritori del Soccorso Bellanese.

Il legame tra Beghetto e l'aggressore

L'assessore abitata a Usmate con la moglie e due figli, mentre era proprietario di una seconda casa nel piccolo comune lecchese: qui era molto conosciuto in quanto apicoltore e per il lavoro fatto in supporto alle attività. Sul caso indagano i carabinieri, coordinati dalla Procura di Lecco: i militari avrebbero già individuato il presunto aggressore, un uomo risiedente in paese già noto per le sue difficoltà economiche, descritto come una persona molto violenta; Beghetto, per supportarlo, lo avrebbe impiegato saltuariamente in azienda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio a sangue freddo: colpito a morte l'assessore Pierluigi Beghetto

LeccoToday è in caricamento