menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omicidio di Robbiate: ha confessato l'assassino, figlio della vittima

Marco Olginati, 65 anni, ha ammesso di essere stato il responsabile del gesto costato la vita all'anziana madre nel giorno di Natale

Ha confessato, dalla camera della Psichiatria di Lecco in cui è ricoverato, di aver ucciso la madre nel giorno di Natale, colpendola almeno tre volte e togliendole la vita. Marco Olginati, 65 anni, ex professore, ha ammesso di esser stato la persona che ha assassinato Lugia Mauri, 89enne che condivideva la casa di via Mauri, a Robbiate, con il suo figlio e carnefice.

Omicidio di Robbiate: migliorano le condizioni dell'assassino, è uscito dalla Rianimazione

La confessione al PM

A raccogliere l'ammissione di colpa è stato Andrea Figoni, sostituto procuratore del Tribunale di Lecco cha sta coordinando le indagini affidate ai carabinieri di Merate; convalidato, di conseguenza, l'arresto. L'uomo, dopo aver inferto i colpi mortali alla donna che stava dormendo, ha tentato di togliersi la vita legandosi una catena intorno al collo, ma senza risultato; vigili del fuoco e personale sanitario sono riusciti a salvargli la vita, portandolo poi presso il "Mandic" e, da lì, in Rianimazione al "Manzoni".

Robbiate, tragedia a Natale: uccide la madre a martellate, poi tenta il suicidio

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento