menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fjoralba Nonaj, uccida dal marito nella loro casa di Seregno

Fjoralba Nonaj, uccida dal marito nella loro casa di Seregno

Orrore in Brianza. Donna uccisa davanti al figlio: «E' stato mio papà»

Dopo il delitto il marito, un trentacinquenne marocchino, si è presentato dai carabinieri e ha confessato. Ora è in carcere, arrestato per omicidio aggravato

Un matrimonio in crisi da tempo, un figlio insieme, la crisi ormai inevitabile e la separazione. Poi l'ultimo incontro durante il quale la coppia avrebbe dovuto parlare del futuro che invece si è concluso in tragedia, con un atroce femminicidio commesso dall'uomo che ha ucciso a coltellate la moglie proprio davanti agli occhi del figlioletto di cinque anni.

E' morta così, poco dopo il suo arrivo al San Gerardo di Monza, Fjoralba Nonaj, 33 anni, uccisa da diverse coltellate al collo, al torace e all'addome inferte dal marito, Frihi Bouchaib, trentacinquenne marocchino che dopo il delitto è scappato via, correndo nella vicina caserma dei carabinieri di Seregno per confessare. L'aggressione è avvenuta in auto, nella Chevrolet nera della donna, di origine albanese, addetta alla pulizie, dove i due si erano dati appuntamento per un incontro in via Romagnosi, sotto casa di alcuni connazionali dove il trentacinquenne era ospite da qualche tempo dopo che da due mesi la coppia non viveva più sotto lo stesso tetto nell'abitazione di via Cantù.

Guarda il video: omicidio a Seregno

All'appuntamento l'uomo si è presentato con un coltello da cucina e impugnando l'arma ha tolto la vita alla moglie, davanti agli occhi del figlio, terrorizzato. Inutili purtroppo i soccorsi: quando i sanitari del 118 sono arrivati in via Romagnosi era ormai già troppo tardi: il cuore di Fjoralba aveva già smesso di battere e la donna è stata trasportata in codice rosso con le manovre rianimatorie in corso nel nosocomio monzese. Poco dopo a Monza si sono spente le speranze di salvarle la vita.

In ospedale, a Desio, soccorso dal personale sanitario, è stato accompagnato anche il figlio della coppia, un bambino di cinque anni che ha assistito alla scena e ha visto il padre accoltellare a morte la mamma. "E' stato papà" avrebbe raccontato ai medici dell'ospedale, sotto choc dopo l'aggressione. 

Dopo aver infierito sul corpo della donna, con le mani sporche di sangue, l'omicida è scappato via, diretto alla vicina stazione dei carabnieri in piazza Prealpi. Ai militari ha raccontato che cosa aveva appena fatto e ha spiegato che il matrimonio era in crisi da tempo. Ora si trova in carcere a Monza in arresto per omicidio aggravato. 

La notizia su MonzaToday.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

Lecco: lunedì 10 aprono le prenotazioni dei vaccini per la fascia 50-59 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento