rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Droga in auto e nelle carrozzine, e matrimoni per rinsaldare il "clan", ecco come agivano gli spacciatori arrestati nell'operazione "July 2014" (VIDEO)

Il sodalizio era sulla piazza da anni, le Fiamme gialle hanno sequestrato anche beni per 200mila euro e 6 attività commerciali

Usavano i bambini come copertura per trasportare e consegnare la cocaina le 24 persone arrestate dalla Guardia di finanza in Lombardia, Piemonte ed Emilia-Romagna dalle prime ore di oggi 13 ottobre.

Un'operazione, chiamata "July 2014", che ha visto impiegati oltre 150 militari delle Fiamme gialle con il supporto delle unità cinofile antidroga, che ha portato al sequestro di 94 chili di cocaina e beni per oltre 200mila euro, e ha permesso di sgominare un "clan" di spacciatori italo-albanesi attivi da anni sulla scena dello spaccio di stupefacenti in Italia.

Le indagini, avviate dalla Procura di Monza e portate avanti dalla Guardia di finanza lecchese, con l'ausilio della Dcsa di Roma, hanno permesso di "risalire" la piramide dello spaccio fino a giungere ai vertici dell'organizzazione, ma anche di intercettare armi, soldi e carichi di cocaina che varcavano i confini italiani da Spagna e Olanda.

La droga viaggiava nascosta in doppi fondi ricavati appositamente nelle auto che venivano utilizzate per il trasporto. In un caso, la cocaina era stata nascosta talmente bene nel telaio di un'automobile, che per estrarla i finanzieri hanno dovuto tagliare in diversi punti lo chassis.

L'organizzazione, in prevalenza formata da albanesi, operava a stretto contatto con figure legate a potenti famiglie della 'ndrangheta, legame rinsaldato periodicamente grazie ai matrimoni che avvenivano fra i membri dei dversi gruppi.

Per le attività di "distribuzione", inoltre, l'organizzazione utilizzava "corrieri" d'eccezione: la droga veniva nascosta nelle carrozzine dei bambini usati come copertura, e consegnata ai clienti.

Fra i beni sequestrati dalle Fiamme gialle, oltre alla cocaina figurano anche armi, autovetture e denaro contante per oltre 200 mila euro, beni mobili, immobili e 6 attività commerciali operanti nel settore della ristorazione, tutte riconducibili agli indagati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga in auto e nelle carrozzine, e matrimoni per rinsaldare il "clan", ecco come agivano gli spacciatori arrestati nell'operazione "July 2014" (VIDEO)

LeccoToday è in caricamento