menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Virginio Brivio, sindaco di Lecco

Virginio Brivio, sindaco di Lecco

Lecco, sicurezza e decoro urbano: ordinanza del sindaco

In atto da martedì 27 giugno interventi mirati al contrasto di situazioni di degrado in città

Il sindaco di Lecco, Virginio Brivio, ha firmato un'ordinanza "contingibile e urgente in manteria di tutela della vivibilità urbana e decoro del centro abitato", che permette di contrastare con strumenti più efficaci situazioni di degrado urbano e di microcriminalità, per rendere più sicuri i luoghi pubblici e più decorosa la città.

Le nuove misure contenute nel "Decreto Minniti" consentono - infatti - ai sindaci di adottare ordinanze contingibili e urgenti, anche in deroga alle norme vigenti, "quali rappresentanti della comunità locale, in relazione all'urgente necessità di interventi volti a superare situazioni di grave incuria o degrado dell'ambiente e del territorio comunale o di pregiudizio del decoro e della vivibilità urbana".

In particolare, a Lecco, sono stati spesso segnalati e rilevati dagli organi di Polizia casi di assembramento di gruppi di ragazzi ed adulti che si ritrovano, ad esempio, in Vicolo San Giacomo o nel sottopasso della stazione ferroviaria, e - lì - bivaccano, consumano alimenti e bevande su suolo comunale e creano difficoltà legate alla libera fruizione degli spazi pubblici, spesso disseminando rifiuti, intaccando il decoro e la vivibilità urbana. Il provvedimento, inoltre, verrà applicato anche nei confronti di varie forme di accattonaggio e mendicità molesta e di chi compie atti vandalici.

«Con questa ordinanza - spiega Brivio - vogliamo dare un chiaro segnale di attenzione e vicinanza ai cittadini, ma soprattutto di contrasto a chi si rende responsabile di azioni che producono percezione di insicurezza e che intaccano il decoro della nostra città. Non nascondiamo il fatto che nelle ultime settimane, soprattutto il centro città, è frequentato da persone che contribuiscono a creare situazioni di disagio a diversi livelli, dai rifiuti abbandonati, alla questua insistente, agli atti vandalici per cui a pagare è l'intera comunità. L'obiettivo dell'Amministrazione è presidiare maggiormente luoghi di intensa frequentazione come la Biblioteca, la stazione, vie e piazze del centro e il lungolago perché sicurezza e decoro urbano sono al centro del vivere bene la propria città, nonché fondamenti delle comunità: sono un bene pubblico e come tali vanno tutelati il più possibile. Questo, fermo restando che continueremo a lavorare con la nostra rete dei servizi in un'ottica di prevenzione e attenzione verso quei soggetti che hanno bisogno di assistenza e di entrare a fare parte di percorsi di reinserimento sociale. I due aspetti devono andare di pari passo, costituendo due facce della stessa medaglia».

Grazie al coordinamento con le Forze di Polizia e forme di collaborazione ancor più strette tra il Comune, la Prefettura e la Questura in Vicolo San Giacomo, nei pressi della biblioteca "Pozzoli", nella zona del Vallo delle Mura, nei passaggi pedonali da Piazza Affari a Via Tommaso Grossi e fino a Via Cornelio (area ex Tribunale), in Vciolo Centrone e nel sottopasso della stazione ferroviaria, che collega Piazza Lega Lombarda e Via Balicco, scatta da oggi, martedì 27 giugno, il divieto di bivaccare, di detenere o utilizzare strumenti idonei a sporcare immobili e arredi urbani e praticare ogni forma di accattonaggio, sollecitare o chiedere denaro o altra utilità economica. Inoltre, in caso di atti vandalici e deturpamento di aree cittadine, i trasgressori sono tenuti al ripristino dello stato dei luoghi a propria cura e spresa.

In caso di violazioni sono previste ammende e allontanamenti dalla città.

ORDINANZA

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Attualità

Lecco e la Lombardia da oggi tornano in zona arancione: in vigore nuovi divieti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento