Cronaca

Orientamento, nascono tre sportelli per aiutare i ragazzi a scegliere la scuola superiore

Il progetto "LeccOrienta 2.0" introduce una novità per gli alunni alla ricerca della scuola adatta

È rivolto a oltre 4.700 studenti che frequentano la seconda e la terza media in provincia di Lecco “LeccOrienta 2.0”, il programma presentato oggi 27 ottobre dal Consigliere provinciale all’istruzione Marinella Maldini.

Si tratta di una sperimentazione che va a sostituire il primo progetto omonimo da cui è nato “Orientalamente” (che per anni è stato un appuntamento fisso per gli alunni delle scuole lecchesi e a cui la Provincia, però, ha dovuto dire addio per la mancanza di fondi) e costituisce una innovazione per quanto riguarda l’aiuto nella scelta della scuola superiore.

Nel dettaglio, il progetto si articola in due aspetti principali: il primo è l’organizzazione, come già avveniva negli anni scorsi, di alcune serate di orientamento per genitori e ragazzi, tre appuntamenti che si terranno nel corso dell’anno scolastico alla Casa dell’economia di via Tonale.

Il secondo aspetto, vera novità in provincia, è che saranno allestiti sul territorio tre “Sportelli orientamento”, a cui i ragazzi si potranno rivolgere durante tutto l’anno.

«L’obiettivo è favorire il più possibile una scelta felice della scuola superiore - ha spiegato il Consigliere Maldini, presentando il progetto - in modo da mettere in condizioni gli alunni di affrontare un percorso scolastico sereno, evitando “deviazioni” come i cambi di indirizzo e cercando di limitare il più possibile la dispersione scolastica».

A offrire consulenza agli sportelli, ci saranno insegnanti delle scuole medie appositamente formati: sono oltre 20 quelli che hanno partecipato ai corsi organizzati da Villa Locatelli in preparazione all’avvio del progetto, e che lavoreranno fianco a fianco con esperti psicologi per aiutare al meglio i ragazzi in un passaggio delicatissimo della loro vita scolastica e del loro futuro professionale.

Gli sportelli saranno attivi nei locali dei Centri per l’impiego di Lecco e di Merate e all’istituto Galilei di Colico: «L’avvicinamento sul territorio permette alle famiglie di non dover organizzare grossi spostamenti per aiutare i ragazzi - ha spiegato Antonella Cassinelli, responsabile del Servizio istruzione della Provincia - il servizio è pensato anche per i genitori, perché la scelta di una nuova scuola coinvolge non soltanto lo studente, ma tutta la famiglia in vari modi». 

Infine, il progetto prevede anche, sempre a livello sperimentale, l’organizzazione di incontri in alcune “scuole-polo” che saranno individuate sul territorio, dove gli alunni delle medie potranno conoscere gli studenti di prima e seconda superiore che hanno già effettuato la loro scelta, e confrontarsi sulla base delle loro esperienze.

Il servizio di sportello sarà attivo a partire da fine novembre, e gli incontri si svolgeranno nel pomeriggio, su appuntamento: la Provincia ora è al lavoro sugli ultimi dettagli e sulle modalità di prenotazione. Al progetto partecipano 24 istituti del Lecchese per oltre 4.700, con l'Istituto comprensivo di Oggiono come ente capofila. L'invito, dicono da Villa Locatelli, è stato rivolto anche alle scuole paritarie del territorio, che però hanno preferito proseguite con i propri progetti di orientamento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orientamento, nascono tre sportelli per aiutare i ragazzi a scegliere la scuola superiore

LeccoToday è in caricamento