menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Orrido: 800mila euro per allungare la passerella e dotarla di tecnologia

Approvato il Bilancio dell'Unione dei Comuni di Bellano e Vendrogno: oltre un milione e mezzo di risorse da utilizzare per opere pubbliche, in ambito turistico e sociale

Lavori pubblici a Bellano, Vendrogno e frazioni, sviluppo nel sociale e istruzione, investimenti nel turismo autofinanziati, risparmi e contributi. Questi i pilastri del Bilancio di previsione 2018-20 dell'Unione dei Comuni di Bellano e Vendrogno, approvato dal Consiglio dell'Unione l'8 marzo.

«Costruire questo bilancio - spiega il vicesindaco di Bellano e Assessore al Bilancio dell'Unione Thomas Denti - ha richiesto un impegno davvero profondo, dovendo coniugare questo documento con quelli dei Comuni. Ma siamo davvero soddisfatti, siamo riusciti a integrare le esigenze, i programmi e gli indirizzi dei due Comuni, non trascurando le peculiarità, i fattori storici e le relative necessità individuali, ma provando a valorizzarle attraverso un percorso insieme».

Il turismo si autofinanzia

L'impegno dell'Unione si è focalizzato sulla ricerca di fonti di finanziamento extrabilancio, viste le difficoltà e le limitazioni imposte ai Comuni. Sommando le varie risorse ottenute da contributi, bandi e progetti, si supera il milione e mezzo di euro. Altre risorse arriveranno anche grazie alla costituzione e al lavoro dell'Unione, 150mila euro solo di contributi nel 2018, oltre ai risparmi generati sugli appalti e le gestioni associate.

«Anche per il 2018 le imposte dovute dai cittadini non sono aumentate - prosegue Denti - mentre abbiamo introdotto l'imposta di soggiorno per i turisti; in questo modo gli interventi in campo turistico e culturale (oltre 100mila euro previsti, ndr), sempre maggiori e di qualità, si autofinanzieranno, con un costo pari a zero per i nostri cittadini». In ambito sociale, verrà garantita la presenza dell'assistente sociale non più solo a Bellano ma anche a Vendrogno, e dall'anno in corso anche gli alunni residenti a Vendrogno pagheranno il buono pasto, con un costo inferiore per le famiglie grazie al nuovo appalto mensa. La partecipazione attiva dei giovani sarà favorita in opportunità di crescita formativa e lavorativa come la Dote Comune, il Servizio Civile, Living Land, e le borse sociali lavoro.

Restauro della Cà del Diavol

Molti saranno i lavori pubblici inseriti in scaletta. La riqualificazione dell'Orrido - allungando il percorso di passerelle fino alla cascata e restaurando la Cà del Diavol, rendendola accessibile e attrezzandola con dotazione tecnologica - prevede un investimento di oltre 800mila euro. Verrà concluso il lavoro di adeguamento del palazzetto dello sport, e dell'infopoint al Municipio.

Lavori pubblici nelle frazioni

Anche le frazioni avranno la loro parte. «Risolveremo un problema che da anni attanaglia i residenti della frazione Biosio, ampliando l'innesto della strada comunale con la Provinciale, facendo un intervento sulla Chiesa di Portone e sugli alpeggi di Vendrogno. Altri fondi verranno poi destinati alla realizzazione del Centro operativo misto comunale collocato al piano primo della stazione ferroviaria. Renderemo infine più accoglienti i nostri paesi, riqualificando il molo antistante il Municipio di Bellano, realizzando un marciapiede che congiungerà l'ospedale con l'abitato e la spiaggia di Oro bassa e attraverso il rifacimento della pavimentazione stradale di via Roma a Vendrogno».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento