Lecco, tentativo di estorsione in discoteca: denunciato giovane

Ventenne ruba il cellulare a un ragazzo sul divanetto e poi, con due complici, cerca di rivenderglielo a cento euro: l'intervento degli agenti della Volante li smaschera

(Foto di repertorio)

Giovani rubano il telefonino a un coetaneo e poi cercano di rivenderglielo. La tentata estorsione, domenica notte alla discoteca Orsa maggiore, non è andata a buon fine a causa dell'intervento degli agenti della Squadra Volante della Questura di Lecco.

Giunti sul posto, i poliziotti hanno identificato il ragazzo che aveva precedentemente segnalato di avere subito il furto del telefonino con conseguente tentativo di estorsione da parte di un gruppo di altri giovani. Nello specifico, il ragazzo ha riferito di aver smarrito il proprio telefonino sui divanetti posti all'interno della discoteca e successivamente di essere stato avvicinato e ricattato da alcuni coetanei per riavere il telefono in cambio della somma di 100 euro.

«Se non ci paghi, ti picchiamo e ti roviniamo»: arrestati prostituta e il presunto marito

Gli agenti, forti della descrizione degli autori del misfatto, li hanno rintracciati poco dopo all'interno della discoteca. La vittima ha infatti riconosciuto Z.F., 20enne italiano, immediatamente fermato. Poco più tardi, all'esterno del locale, è stato fermato anche il complice, Q.K, albanese classe 2000. 

Secondo la ricostruzione dei fatti, Z.F. aveva nascosto il cellulare incustodito nei pantaloni, per poi proporre alla vittima - e accompagnato da due complici: oltre a Q.K. anche M.E., anch'egli albanese del 2002 - la restituzione previo somma di denaro con tanto di minacce.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Z. F. è stato dunque denunciato all'autorità giudiziaria per i reati di furto con destrezza aggravato e tentata estorsione in concorso con Q. K. ed M. E.; il telefonino è stato restituito al legittimo proprietario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viveva legata a un calorifero: le guardie ecozoofile salvano il pitbull Maya

  • Covid-19, la Asst Lecco fa chiarezza: al momento terapie intensive vuote

  • Covid-19, nuova ordinanza regionale: nuove regole per bar e ristoranti, "stop" alle competizioni dilettantistiche da contatto

  • Il governatore Fontana firma l'ordinanza: stop a movida e allo sport dilettantistico

  • Covid-19, i numeri del "Manzoni": occupato l'ottanta per cento dei posti nei reparti ad-hoc. Piena la terapia intensiva

  • Offerte di lavoro, Sport Specialist assume personale nel Lecchese: come candidarsi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento