menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Revocati gli arresti domiciliari per l'ex sindaco di Pagnona

Il Gip del tribunale di Lecco ha deciso la scarcerazione dell'ex primo cittadino, che ha comunque obbligo di dimora a Ballabio

Nei giorni scorsi il Gip del tribunale di Lecco ha deciso la revoca degli arresti domiciliari per l'ex sindaco di Pagnona. Il professionista era stato arrestato lo scorso maggio con l'accusa di concorso in concussione, nell'ambito dell'inchiesta sulla presunta tangente che ha portato in carcere anche l'ex consigliere comunale di Lecco, Francesco Sorrentino, e il geometra Maurizio Castagna.

Sembra però che la sua situazione si possa essere alleggerita: la richiesta di scarcerazione, infatti, era già stata avanzata a maggio dall'avvocato dell'ex primo cittadino, Luca Marsigli, e in quell'occasione era stata respinta dal Giudice per le indagini preliminari. L'indagine è, comunque, ancora in corso, e quasi certamente non si concluderà prima dell'autunno.

Nel frattempo l'ex sindaco di Pagnona è tornato in libertà, con l'obbligo di dimora nella sua casa di Ballabio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento