Cronaca

Passaporto per minori, tutte le norme da conoscere prima di partire per l'estero

La procedura standard e le eccezioni per ottenere il documento

Foto d'archivio

Siamo ad agosto, le famiglie si preparano per le partenze se non sono già in vacanza, tutto sembra pronto. Ma i documenti, sono tutti in regola?

La questione del passaporto per minori è ancora piuttosto oscura per molte famiglie, soprattutto se non si parla della "regolare" situazione di marito e moglie sposati, italiani e con figli naturali.

L'istituzione piuttosto recente (si parla del 26 giugno 2012) del passaporto obbligatorio anche per i minorenni rende utile la pubblicazione di tutta una serie di istruzioni, dai documenti necessari alle tempistiche,  per evitare brutte sorprese all'ultimo secondo.

Innanzitutto, bisogna ricordare che solo l'appuntamento online con l'agenda passaporto va effettuato a nome di uno dei due genitori; tutto il resto è sempre e comunque a nome del minore, incluso il conto corrente bancario.

Il costo del libretto e il contributo amministrativo sono uguali a quelli del passaporto per adulti. Si ricorda che il pagamento del bollettino da 42,50 euro è da effettuarsi sempre a nome del minore. Il documento rilasciato sarà comprensivo di microchip, ma per procedere alle impronte più firma digitali il bambino dev'essere di età superiore ai 12 anni.

La durata della validità del passaporto varia a seconda dell'età del minore, tenendo conto di come la fisionomia cambi molto più in fretta nei primi anni dell'infanzia: da 0 a 3 anni la scadenza è triennale, dai 3 ai 18 è invece quinquennale.

Per quanto riguarda la domanda per la richiesta del documento, è richiesto l'assenso firmato di entrambi i genitori. La regola è valida anche nei casi di genitori divorziati, separati, non coniugati e per minori naturali e adottati.

Se per qualsiasi motivo uno dei due genitori non potesse essere presente in questura, la casistica riconosce a situazioni diverse regole diverse.

Per una coppia di italiani (o cittadini Ue) è necessario il documento firmato da entrambi, accompagnata dalla fotocopia della carta di identità firmata dell'assente.

Se uno dei due genitori è extracomunitario e si trova all'estero, occorre che si rechi in ambasciata a firmare l'apposito modulo, che verrà poi inviato alla questura di riferimento in Italia.

Quando il minore è stato riconosciuto da un solo genitore, questi è l'unico ad esercitare la patria potestà: non è pertanto richiesta nessun'altra firma. 

Nel caso di un unico genitore vedovo, questi deve spuntare l'apposita casella nel modulo da compilare; sarà poi compito dell'ufficio di anagrafica verificare la validità dell'affermazione.

Il disaccordo tra genitori per la richiesta del passaporto viene risolto dal giudice tutelare, che decide se concedere o meno il nulla osta.

La detenzione di uno dei due genitori determina l'obbligo di autenticazione della firma da parte della casa circondariale di pertinenza.

Nel caso di figli adottivi, prima della fine della pratica di adozione serve il permesso del Tribunale dei Minori (nel caso il minore sia extracomunitario, il Consolato detiene la documentazione necessaria), ma al termine della procedura la richiesta segue lo stesso iter di quella per i figli naturali.

Si ricorda poi che se il minore non ha documenti pregressi (come la Carta d'Identità), ai genitori basta firmare un'autocertificazione che dichiari la paternità. Tutti i figli al di sotto dei quattordici anni devono viaggiare accompagnati; nel caso gli accompagnatori siano diversi dai genitori, è necessaria l'attestazione d'accompagnamento rilasciata dalla Questura o dal Commissariato (non dalla Polizia).

Alcune compagnie richiedono documenti specifici per i voli anche nazionali di minori non accompagnati; si suggerisce di informarsi preventivamente onde evitare brutte sorprese.

Una parentesi va aperta per le gite scolastiche al di fuori dell'Italia: in questo caso i genitori devono presentarsi in questura per ottenere il documento d'accompagno, intestabile ad un massimo di due accompagnatori (normalmente i professori, ma anche enti di trasporto). È poi possibile ottenere un passaporto collettivo per più minori, comodo nel caso di scolaresche numerose.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passaporto per minori, tutte le norme da conoscere prima di partire per l'estero

LeccoToday è in caricamento