menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Deve scontare una pena di 12 anni e 11 mesi: Ivano Perego in carcere a Pescarenico

L'ex patron della "Perego strade" era già in regime di detenzione domiciliare per associazione di tipo mafioso. Ora è esecutiva la condanna in Appello per violazione della normativa sui rifiuti speciali

Trasferito in carcere a Pescarenico per finire di scontare una pena complessiva di 12 anni e 11 mesi di reclusione.

I Carabinieri della stazione di Costa Masnaga hanno tratto in arresto, nella giornata di martedì, Ivano Perego, classe 1972, ex numero uno di Perego Strade e Perego General Contractor, già in regime di detenzione domiciliare per scontare la condanna del giugno 2014 per associazione di tipo mafioso (e altro) nell'ambito dell'indagine "Crimine" coordinata dalla Dda di Milano.

I militari dell'Arma hanno dato esecuzione a un ordine di esecuzione di espiazione di pena detentiva emesso dalla Procura generale della Repubblica presso la Corte d'Appello di Milano, dopo l'esecutività di un'altra condanna, comminata proprio in Appello a Milano, per violazione della normativa sui rifiuti speciali. Perego dovrà così scontare le pene in carcere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Priscilla cerca casa: «È dolcissima»

Attualità

Lecco: sabato scattano le prenotazioni per le vaccinazioni dei "fragili" over 16

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento