rotate-mobile
Cronaca Perledo

Alessandro Dall'Ò, l'architetto di 33 anni morto durante il canyoning

Purtroppo non ce l'ha fatta l'uomo che stava praticando il torrentismo nel torrente Esino a Perledo. Troppo gravi le ferite riportate

Era stato soccorso e trasferito in ospedale in condizioni disperate il 33enne rimasto ferito sabato mattina a Perledo mentre stava praticando canyoning lungo il torrente Esino, nella zona dell'orrido di Vezio. La vittima è Alessandro Dall'O', architetto di 33 anni residente nel Milanese, che stava praticando il "torrentismo", una disciplina che consiste nel discendere a piedi gole e canyon con corsi d'acqua, cascate, laghetti e così via.

Alessandro Dall'O' (foto da fb).

Secondo quanto riferito, l'incidente è avvenuto alle undici e mezza di sabato 18 maggio. L'uomo sarebbe rimasto imprigionato per parecchi minuti in un mulinello, fino a quando alcuni ragazzi lo hanno notato e tirato fuori. Sul posto i soccorritori del 118 con un equipaggio del Soccorso Bellanese e l'elicottero da Como. Il 33enne era in arresto cardiaco.

I sanitari, coadiuvati dai tecnici del soccorso alpino e dai vigili del fuoco con la squadra speleo-alpino-fluviale, lo hanno trasportato con la massima urgenza al pronto soccorso dell'ospedale di Lecco, in condizioni disperate. Purtroppo non è bastato: qualche ora dopo il ricovero, il 33enne è deceduto.

Foto: i soccorsi

Le operazioni di soccorso nel torrente Esino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alessandro Dall'Ò, l'architetto di 33 anni morto durante il canyoning

LeccoToday è in caricamento