Cronaca Via Caldone

Il bel gesto di Giuseppe e Giovanni: salvano piccione ferito da morte certa

È accaduto nel rione di Olate a Lecco: il pennuto correva per strada senza riuscire a volare. "Lo abbiamo messo al sicuro e chiamato la Polizia provinciale, che si occuperà di farlo curare"

Il piccione salvato a Olate

Il piccione è ferito e non è in grado di volare, ma sulla sua strada incontra persone dall'animo sensibile che prendono a cuore le sue sorti e lo salvano da morte certa.

È accaduto nel pomeriggio di oggi in Via Caldone a Lecco, nel rione di Olate. A raccontare l'aneddoto è Giuseppe Mazzoleni, residente nella zona. "Mi trovavo da mio cugino, Giovanni Sala, quando a un certo punto abbiamo visto un piccione che non riusciva a spiccare il volo - spiega - Arrancava per strada rischiando di essere investito, poi Giovanni è riuscito a bloccarlo e riporlo con cura in una scatola. Abbiamo cercato di dargli acqua da bere e qualche briciola da mangiare, ma non reagiva. Così ho chiesto l'intervento della Polizia locale Provincia di Lecco, alla quale spetta la competenza in ambito faunistico".

"Sbatteva le ali invano"

Al suo arrivo, dopo pochi minuti, l'agente accerta che le condizioni del volatile sono pessime. "Sbatteva le ali ma non riusciva a volare - prosegue Mazzoleni - anche perché mostrava diverse cicatrici sotto le ali ed era molto sofferente. Sotto l'ala sinistra aveva un grosso buco e gli erano rimaste poche penne".

Grazie al celere intervento dei due lecchesi il piccione potrà essere curato, nella speranza di poter tornare un giorno a volare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il bel gesto di Giuseppe e Giovanni: salvano piccione ferito da morte certa

LeccoToday è in caricamento