menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Picozzi: come affrontare le situazioni critiche

Picozzi: come affrontare le situazioni critiche

Picozzi consiglia: "In caso di rapina fate così"

Oltre settanta persone all'incontro promosso da Confcommercio e Fit Lecco. Tra i consigli: "Non fate gli eroi, meglio salvare la vita che l'incasso"

Evitare gesti eroici, fidarsi del proprio istinto e adottare alcuni semplici accorgimenti per ridurre i rischi potenziali e facilitare anche le eventuali indagini delle forze dell'ordine. È il messaggio lanciato dall'incontro “Come comportarsi in situazioni critiche: istruzioni per i commercianti”, organizzato da Confcommercio Lecco e Federazione Italiana Tabaccai Lecco lunedì 12 maggio alla presenza del medico psichiatra e criminologo Massimo Picozzi.

Dopo i saluti del presidente Peppino Ciresa (Confcommercio Lecco) e del presidente Fulvia Nava (Fit Lecco), sono intervenuti il prefetto di Lecco Antonella Bellomo ("Chiediamo di collaborare con lo Stato, ma non ci sottraiamo ai nostri compiti. Anzi abbiamo moltiplicato i servizi e i controlli ottenendo risultati”), il questore Alberto Francini (che ha snocciolato i dati dell’anno: 2000 furti di cui 300 a esercizi, 30 rapine con 13 commercianti coinvolti, 29 fenomeni estorsioni di cui 2 a negozianti) e il colonnello dei carabinieri Alessandro Giuliani ("Serve attenzione a quello che succede intorno alla vostra attività: tenete gli occhi aperti e segnalate alle forze dell'ordine. E dotatevi di sistemi di sorveglianza").

Ha preso poi la parola per il suo intervento il dottor Picozzi: “Bisogna tenere conto che oggi la rabbia sta avendo una escalation incredibile a tutti i livelli. E’ importante che i negozianti siano consapevoli dei rischi a cui vanno incontro, soprattutto se di fronte si ha un rapinatore non professionista. Consigli? Innanzitutto fidatevi del vostro istinto: se ci sono situazioni o persone che non vi convincono contattate le forze dell’ordine anche a costo di far figure… E poi cercate di adottare alcune indicazioni che sembrano scontate, ma sono importanti. Ad esempio quella di lasciare libera la vetrina in modo che da fuori si veda quello che accade dentro: in questo senso farmacie e tabaccherie sono gli esercizi più a rischio.

E poi mettete in evidenza la presenza di presidi di sicurezza, fate in modo che il retro non sia visibile, date sempre l’impressione di non essere soli….”. Quindi Picozzi ha suggerito alcuni accorgimenti da adottare se ci si trova nel mezzo di una rapina: “Cercate di assecondare la persona che avete di fronte e di trattarlo con educazione. Il rapinatore vuole fare in fretta e non vuole problemi. Non discutete con lui, obbedite alle sue richieste e non cercate lo scontro, pensate sempre che l'arma sia vera. E non cercate di fare gli eroi.

Meglio salvare la vita che i soldi dell’incasso. E cercate di osservare chi avete di fronte, per potere aiutare le forze dell’ordine con una descrizione il più possibile precisa”.?

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento