menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Merate, l'opposizione denuncia i ritardi del progetto per la piscina

I mesi intercorsi tra l'assegnazione della gara per l'ampliamento all'inizio dei lavori saranno ben diciassette

A più di un anno dall'assegnazione della gara per l'ampliamento previsto al centro natatorio di via Matteotti, e solo in giornata odierna è stato emesso dall'amministrazione comunale il bando per individuare il direttore dei lavori.

La piscina di Merate già da tempo è al centro di un importante progetto che coinvolge anche le aree circostanti, compresa quella dell'anello di atletica, per soddisfare gli accresciuti bisogni della cittadinanza e razionalizzare l'intero impianto.

Purtroppo il progetto, complice la burocrazia e, secondo l'opposizione, una certa distrazione da parte dell'amministrazione comunale, ancora fatica a partire. La gara è stata assegnata nel giugno 2014 e se, come appare probabile al momento, i lavori non partiranno prima di novembre vorrà dire che saranno passati 17 mesi. «Davvero troppi», secondo le parole del capogruppo della minoranza Prospettiva Comune Massimo Panzeri.

L'impresa che vincerà la gara d'appalto avrà poi 440 giorni per portare a termine i lavori, anche se non sembra chiaro se questi partiranno dalla firma del contratto o dall'inizio vero e proprio dei cantieri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento