menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I lavori sulla ciclabile che collega Lecco e Abbadia sono bloccati da tempo

I lavori sulla ciclabile che collega Lecco e Abbadia sono bloccati da tempo

Ciclabile Lecco-Abbadia, interverrà anche il Prefetto

Il Consigliere provinciale alla viabilità Cardamone ha incontrato Liliana Baccari: contatterà l'Anas

C’è stata la pista ciclabile Lecco-Abbadia al centro dell’incontro che si è svolto oggi 7 ottobre fra il Prefetto di Lecco, Liliana Baccari, e Rocco Cardamone, Consigliere provinciale con delega alla viabilità.

Un incontro voluto da Cardamone per «presentare al Prefetto di Lecco la necessità di attivarsi a ogni livello per la difesa di un’opera tanto attesa e bloccata da troppo tempo - spiega il Consigliere - Ho potuto constatare con piacere che il Prefetto era perfettamente informata e aggiornata sull’argomento, dimostrando grande attenzione e sensibilità».

Il Prefetto si è impegnata a seguire in prima persona la vicenda, nel tentativo di trovare una soluzione che sblocchi lo stallo in cui si trova l’opera: nei prossimi giorni infatti contatterà infatti l’Anas per campire, con il Capo compartimento della Lombardia, a che punto sono i rapporti con il Consorzio Aedars di Roma, il cui liquidatore giudiziario ha opposto resistenza dopo che il Consorzio era stato estromesso dai lavori per via della procedura di fallimento, chiedendo di mantenere a sé il contratto per i lavori. Dalla titolare della Prefettura è arrivata anche la disponibilità ad avviare un tavolo istituzionale per monitorare le fasi della vicenda.

«Per il futuro di quest’opera ritengo molto importante avere il pieno sostegno del massimo ufficio del Governo sul territorio - aggiunge Cardamone - siamo consapevoli che la situazione è complicata e non dipende da aspetti politici o economici, visto che l’opera è finanziata, ma da impasse di carattere giuridico e burocratico, come spesso avviene per le opere pubbliche nel nostro Paese. Siamo comunque fiduciosi di portare l’opera fuori dalle secche in cui è finita e ci stiamo impegnando affinché vengano esperite tutte le procedure necessarie per riprendere i lavori e concluderli nel più breve tempo possibile una volta risolto questo problema giuridico».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento