menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Planetario di Lecco: novità e conferme sotto il cielo lecchese

La gestione al Gruppo Astrofili "Deep Space", che si avvia «ad una conduzione molto diversa e molto più ricca»

Il Planetario di Lecco si apre al futuro. La gestione, dal 31 marzo, è stata ri-affidata al gruppo "Deep Space", vincitore del bando di gara. Il Gruppo Astrofili Lecco resta, quindi, padrone di casa, così come dal 2005, ma si avvia «ad una conduzione molto diversa e molto più ricca». Un salto di qualità, tra conferme e novità.

Il Gruppo è rinnovato. Erasmo Bardelli, ideatore del Planetario negli anni '90, ha passato il testimone a Franco Molteni, nuovo presidente di un direttivo giovane e "rosa", dai requisiti professionali altissimi: Cecilia Corti, tesoriere, Monica Meroni, consigliere, Maria Edvige Ravasio, astrofisica dell'osservatorio di Merate, Laura Proserpio, ingegnere aerospaziale e astrofisica; Gianpietro Ferrario, vicepresidente, Roberto Ratti ed Ennio Monti, soci storici. «Dopo 12 anni di volontariato – spiega il Gruppo – il Planetario assume una veste ancora più professionale». "Deep Space" - infatti – lo condurrà attraverso i dipendenti Loris Lazzati, programmatore e principale conferenziere, e Natale Bugada, responsabile strumentazione tecnologica e amministrazione. «Un messaggio importante, perché la cultura e una struttura comunale di successo hanno saputo creare posti di lavoro e una realtà in continua espansione».

planetario lecco conferenza stampa

Gli orari di accesso e i prezzi. Il Planetario sarà aperto tutti i giorni per le scuole, su prenotazione, anziché – come prima – 3 mattine a settimana; e, su disponibilità dei relatori, in orario pomeridiano e serale per il pubblico, «in un obiettivo di rilancio culturale e turistico della città, per fare del Planetario un punto di riferimento per i cittadini e per i turisti», ha sottolineato Simona Piazza, assessore alla cultura. I biglietti d'accesso, dopo 12 anni di prezzi bloccati, sono stati ritoccati e uniformati a quelli del SiMUL. In dettaglio, per il pubblico: € 6 intero, € 4 ridotto (over 65, under 18, residenti a Lecco, gruppi di almeno 8 persone, soci FAI e Touring Club e tesserati Deep Space), ingresso gratuito per diversamente abili, bambini sotto i 6 anni e – in occasione del sabato dei bambini – fino ai 7; per le scuole: € 4 per il modulo unico, € 6 per il doppio e € 8 per il triplo; gratis per un insegnante ogni 10 alunni, per studenti diversamente abili e per tutti gli insegnanti di sostegno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento