Smog, migliora la qualità dell'aria a Lecco e in provincia

Livelli di polveri sottili: in città solo cinque giorni al di sopra del limite di 50 mµ/mc. Situazione peggiore a Merate, bene Mandello e la Valsassina

A Lecco l'aria, lo scorso marzo, ha fatto registrare un discreto stato di salute. Rispetto al mese precedente, febbraio, il livello di inquinamento è in diminuzione.

Nei 31 giorni del mese passato, infatti, la media di polveri sottili è stata di 29,5 microgrammi per metro cubo alla centralina di Via Amendola, e 32,2 in quella di Via Sora.

Pm10: la situazione a febbraio

La prima centralina ha registrato soltanto quattro giorni sopra la soglia di 50 mµ/mc, nel dettaglio il 1° marzo (63), il 2 (57), il 5 (54) e il 6 (58). Cinque le giornate oltre la soglia per Via Sora: 1° marzo (68), 2 (62), 5 (52), 6 (60) e 23 (56). Neve e pioggia hanno contributio senza dubbio a pulire l'aria.

La situazione nel territorio

Merate si conferma la peggiore città in provincia: una media mensile di 40 mµ/mc, sette giorni fuori dai limiti e un picco di 85 registrato il 2 marzo. Anche nella cittadina brianzola, tuttavia, si segnala un miglioramento rispetto a febbraio, quando i giorni "preoccupanti" furono ben dodici.

Le medie negli altri comuni: Valmadrera 30,8; Oggiono 28,2; Casatenovo 25,6; Barzanò 25,4; Calolzio 24,7; Mandello 17,6; Moggio 17,1.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Monticello: trovati i due giovani che si sono schiantati sulla rotonda a 160 km/h

  • Monticello: emergono le foto dell'Alfa incidentata. Sul web scatta l'ironia

  • Il manifesto per gli auguri di matrimonio che ha incuriosito tanti calolziesi

  • La calolziese Silvia protagonista di una delle più importanti fiere d'arte contemporanea d'Italia

  • Tragedia a Casatenovo: muore al lavoro nell'azienda agricola

  • Perde il controllo del trattore e precipita nella scarpata

Torna su
LeccoToday è in caricamento