menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La sede lecchese del Politecnico

La sede lecchese del Politecnico

Politecnico, l'88% dei laureati trova lavoro in due mesi

Le aziende lecchesi si dimostrano ricettive nei confronti delle figure professionali che escono dal polo lecchese

La consueta indagine occupazionale sui laureati del polo territoriale di Lecco del Politecnico di Milano relativa al 2013 registra dati molto incoraggianti. Su un campione di laureati tra i 287 totali, 101 donne e 186 uomini, il tasso di occupazione si assesta all’88% con un tempo medio di attesa per il primo impiego di poco più di due mesi.

Una flessione di dieci punti percentuali rispetto allo scorso anno, quando il tasso di occupazione si attestava sul 98%. Viene tuttavia confermato anche per quest’anno un trend positivo che non ha eguali in Italia, soprattutto se confrontato con i dati emersi dell’indagine Alma laurea 2013 sulla condizione occupazionale dei laureati che riferisce il dato nazionale del 44,4% di impiegati a un anno dalla laurea; il dato è ancora più significativo se contestualizzato in un periodo di forte incertezza lavorativa per i giovani.

I dati sulle lauree triennali registrano un buona performance, dimostrando che il mercato del lavoro sul territorio lecchese è ricettivo nei confronti della figura professionale del laureato triennale. Il sistema produttivo lecchese è infatti in grado di assorbire, a breve distanza dal conseguimento del titolo, quasi tutti i laureati che decidono di non proseguire gli studi, solo tre infatti risultavano disoccupati al momento dell’indagine.

Nel dettaglio, per Ingegneria della produzione industriale il 92% trova lavoro con un tempo medio di attesa di un mese; per Ingegneria civile e ambientale l’indagine ha evidenziato che il 63% dei laureati continua gli studi, tra coloro che non hanno proseguito, solo due sono ancora in attesa di trovare un impiego, mentre gli altri hanno trovato lavoro con un tempo medio di attesa di due mesi e 23 giorni.

Anche i dati occupazionali delle lauree specialistiche registrano eccellenti performance: nel settore industriale-meccanico si è evidenziato un tasso d’occupazione pari al 100%, dopo un tempo medio d’attesa di un mese e 15 giorni; nel settore di edile-architettura gli occupati si attestano al 87% con un tempo medio d’attesa di poco superiore ai due mesi; mentre il settore civile rileva un 100% di occupati e un tempo medio d’attesa per il primo impiego di due mesi e 11 giorni.

Dall’indagine è poi emerso che l’89% degli intervistati si ritiene soddisfatto del proprio impiego, il 95% è soddisfatto degli studi compiuti e il 67% afferma che c’è coerenza tra la preparazione ricevuta e il lavoro svolto. Per quel che concerne la tipologia contrattuale, i dati di quest’anno indicano che il 20% degli impiegati inizia subito con un contratto a tempo indeterminato mentre il 25% dichiara di aver un contratto a tempo determinato, stabile la percentuale di coloro che praticano la libera professione con il 19%. Il 28% lavora con contratti a progetto, collaborazioni e altre forme contrattuali, il restante 8% è impegnato in uno stage.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento