menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Questore Filippo Guglielmino (a sinistra) e il Prefetto Liliana Baccari

Il Questore Filippo Guglielmino (a sinistra) e il Prefetto Liliana Baccari

Reati in diminuzione, ma crescono frodi e violenze sessuali. Il 2017 della Polizia

Il Corpo della Polizia di Stato di Lecco ha diffuso i dati sull'attività compiuta nel corso dell'anno da poco conclusosi

A margine della cerimonia per il 166° Anniversario di fondazione della Polizia di Stato sono stati comunicati i dati sull'attività compiuta nel corso dell'anno 2017. Tra i più significativi, va citata la diminuzione dei delitti complessivamente denunciati presso i comandi provinciali, calo figlio della sensibilie restrizione dei dati relativi ai furti, mentre si sono dilatati quelli relativi a danneggiamenti, frodi informatiche e violenze sesusali. Oltre diciassettemila le persone controllate, meno di ottomila, invece, le vetture fermate nel corso dei consueti controlli.

Gli agenti premiati per l'attività del 2017

Per quanto riguarda la polizia ferroviaria, sono state poco più di duemila le persone fermate e meno di settanta quelle a cui è stata elevata una contravvenzione; per quanto concerne la polizia stradale, poco meno di tremila pattuglie hanno battuto il territorio provinciale, elevando oltre settemila contravvenzioni.

Le operazioni compiute dalla Polizia

Polizia di Stato: i dati sul 2017

Come avvenuto già nel 2016, i delitti denunciati presso i comandi delle forze dell'ordine della provincia sono complessivamente in calo. I dati testimoniano una leggera diminuzione dagli 11.014 del precedente periodo ai 10.901 del 2017 (-1,02%). Le statistiche diffuse dalla Polizia di Stato segnano, invece, una sensibile diminuzione dei furti (-10%), mentre sono aumentati i danneggiamenti (+5%), le truffe e le frodi informatiche (+4%) e le violenze sessuali (da 18 a 24, +33,3%). Oltre 17mila persone e 7.700 autovetture sono state controllate nel corso del 2017, frutto dell'intenso pattugliamento delle strade provinciali. Cinquantacinque gli incontri svolti in tutta la provincia, che hanno raggiunto oltre cinquemila studenti lecchesi: essi sono stati incentrati su bullismo, droga (e dipendenze), educazione civica e stradale. Sensibilmente aumentate le denunce per stalking (da tre nel 2016 a quindici del 2017) e i DASPO (Divieto di Accedere alle manifestazioni SPOrtive) emessi, ben sei nel corso del 2017. Circa centocinquanta i fogli di via obbligatori.

Per quanto riguarda l'immigrazione, al termine del 2017 sono giunti in Provincia 3.453 profughi (in aumento rispetto ai 2.405 del 2016): 1.356 sono nelle strutture e 1.353 hanno formalizzato l'istanza di protezione. Sono stati deferiti alla Autorità Giudiziaria sessantotto stranieri che hanno violato le norme che regolatno l’immigrazione.

Polizia stradale

Complessivamente sono state identificate 3.651 persone e controllati 3.072 veicoli. 2.814 le pattuglie inviate sul territorio, che hanno rilevato 7.128 violazioni al codice della strada e a leggi complementari, (7.600 nel 2016). Diminuiti gli incidenti, passati da 529 a 461, 246 con feriti e nove di cui con esito mortale. 

Tra febbraio e dicembre è stata portata a termine l'indagine "I Bravi", durante la quale sono stati tratti in arresto due individui italiani, ritenuti responsabili di rilascio di patenti di guida false o anche ottenute in modo fraudolento, nonché per aver organizzato falsi corsi per il rinnovo della carta di qualificazione del conducente. L’indagine inoltre ha permesso di individuare e smantellare una stamperia di documenti falsi nella provincia di Campobasso. 

I numeri della Polizia ferroviaria

Nel corso del 2017 la Polizia ferroviaria ha inviato 775 pattuglie in stazione e 639 per quanto concerne il pattugliamento dei treni, che hanno complessivamente scortato 1279 convogli. Nel corso dell'attività sono state identificate 2.148 persone, di cui 996 stranieri e 6 irregolari, ed elevate contravvenzioni a 68 viaggiatori.

Queste le operazioni di maggiori rilievo:

Marzo 2017 – a seguito di un controllo rutinario a bordo di treno, veniva tratto in flagrante arresto un giovane albanese per rispondere di spaccio e detenzione di droga; costui dapprima veniva trovato in
possesso di un grammo di marjuana, ma poi la conseguente perquisizione locale portava al rinvenimento di ben un chilogrammo dello stesso stupefacente.

Giugno 2017 - veniva deferito un giovane per rispondere di furto; costui veniva trovato in possesso di arnesi atto allo scasso e gli veniva rinvenuta una bicicletta che aveva sottotratto mesi prima in Lecco, bene che quindi veniva restituito al legittimo proprietario. 

Luglio 2017 – veniva deferito un gruppo di quattro giovani magrebini i quali avevano aggredito un capotreno mentre viaggiavano a bordo di un convoglio partito dalla Stazione FFS di Lecco; costoro, per futili motivi (bullismo da branco) avevano aggredito e percosso quel capotreno colpendolo con calci e pugni.

Novembre 2017 – veniva deferito un giovane bengalese per rispondere di atti sessuali in danno di ragazza minore; costui, mentre viaggiava a bordodi treno, aveva dapprima abbracciato la vittima e poi le toccato il seno ed i glutei.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento