Cronaca

Istituzioni e forze dell'ordine salutano la "staffetta" tra Morizio e Borgotti

In occasione del riepilogo dell'attività 2017 di Polizia locale, il comandante Franco Morizio si è congedato al fianco del suo sostituto, Paolo Borgotti

Un ringraziamento a Franco Morizio per l'attività svolta in dieci anni di servizio, e un caloroso benvenuto a Paolo Borgotti. La "staffetta" tra comandanti è andata in scena questa mattina in sala consigliare a Lecco, e diventerà operativa tra pochi giorni.

Morizio ha ricevuto il saluto del sindaco Virginio Brivio, del vice Francesca Bonacina, del segretario generale e responsabile di Area 1 del Comune di Lecco Sandro De Martino. Presenti in aula i massimi rappresentanti delle forze dell'ordine e delle istituzioni del territorio: il prefetto Liliana Baccari, il questore Filippo Guglielmino, il procuratore della Repubblica di Lecco Antonio Chiappani, il comandante provinciale dei Carabinieri Pasquale Del Gaudio, il comandante provinciale della Guardia di finanza Massimo Dell'Anna.

Videosorveglianza sempre più efficace

L'occasione è stata propizia per presentare il resoconto dell'attività 2017 della Polizia locale di Lecco (seguiranno servizi e approfondimenti), che ha raggiunto risultati notevoli. Franco Morizio ha ricevuto il giusto tributo degli amministratori e dei colleghi delle forze dell'ordine per l'eccellente operato svolto, teso ad aumentare la sicurezza pubblica con l'implementazione del servizio di videosorveglianza, fiore all'occhiello dell'ultimo decennio che ha incontrato il plauso dei componenti del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica.

«Ringrazio tutti i miei collaboratori - ha spiegato Morizio - con cui condivido i risultati raggiunti. Anche nel 2017, nonostante un calo degli agenti in servizio, siamo riusciti a garantire 28.669 interventi. Si è dimostrata ancora una volta efficace la videosorveglianza, con 256 richieste totali di cui 102 attraverso la Polizia locale. Funziona la cosiddetta "sicurezza di prossimità": le segnalazioni dei cittadini ci hanno consentito di arrestare, ad esempio, otto spacciatori a Maggianico. Abbiamo riscosso 1,58 milioni di euro dalle sanzioni, di cui 135mila dall'estero. Gli incidenti sono in calo dell'8,8%, lo scorso anno non abbiamo registrato mortali. I dati, grazie anche alle immagini video, sono sempre più preziosi per capire le modalità di intervento sul traffico».

Professionalità e pragmatismo

La sinergia con le altre forze dell'ordine è, se vogliamo, la piacevole anomalia che ha segnato il decennio di Morizio, e da cui il comandante Borgotti partirà per la sua nuova "missione".

«Ringrazio il sindaco e le autorità intervenute - ha commentato Borgotti - La mia attività in un capoluogo di provincia come Lecco non sarà certamente facile, ma sarò affiancato da uomini e donne di grandi capacità, soprattutto organizzative. La nostra è una vocazione più che una scelta per motivi economici, e abbiamo l'obbligo di garantire e migliorare il servizio ai nostri clienti, che sono i cittadini». Due i concetti invocati da Borgotti come capisaldi del suo mandato: professionalità e pragmatismo.

Dieci nuovi dipendenti comunali

Il Comune di Lecco ha inoltre salutato con soddisfazione l'assunzione di dieci nuovi dipendenti. Nel dettaglio, quattro amministrativi, una geometra, Massimo Gatti dirigente dell'Area 4, più quattro agenti di Polizia locale: Giorgio Della Caneva, Silvia Rota Stabelli, Rosario Costanzo, Mohammed El Barji.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Istituzioni e forze dell'ordine salutano la "staffetta" tra Morizio e Borgotti

LeccoToday è in caricamento