rotate-mobile
Cronaca

Porto Cervo, famiglia rom occupa la casa del lecchese Formigoni

Il noto politico, in attesa di giudizio per il processo-tangenti, torna alla ribalta nazionale: al centro della questione la villa per cui era stato condannato

Una villa "maledetta". C'è ancora l'immobile di Porto Cervo al centro dell'ultima notizia su Roberto Formigoni. Il lecchese, ex governatore della Regione Lombardia e senatore del Nuovo Centro Destra, ha infatti appreso dai locali carabinieri che il suo immobile è recentemente stato occupato da una famiglia rom, composta dai genitori e da due figli.

I militari, una volta appreso il fatto, hanno proceduto allo sgombero della villa stessa. Nel luogo i rom si erano introdotti senza forzare le varie serrature ed eludendo il sistema di sorveglianza.

L'immobile della Costa Smeralda era stato messo al centro del caso-Maugeri, inchiesta che ha visto il sequestro di 6,6 milioni di euro ai danni di Formigoni, tra cui il 50% della proprietà sarda. Inoltre, recentemente la Procura di Milano ha chiesto il rinvio a giudizio per l'ex Governatore per il noto caso relativo alle tangenti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto Cervo, famiglia rom occupa la casa del lecchese Formigoni

LeccoToday è in caricamento