menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiusura degli uffici postali, Arrigoni: "Inaccettabile chiudere filiali in comuni montani"

Il senatore leghista presenta un'interrogazione parlamentare per "salvare" Rossino e Sala al Barro

Torna sulla questione degli uffici postali in chiusura il senatore Paolo Arrigoni, che con la Lega nord prosegue la battaglia per contrastare il Piano dei tagli di Poste Spa.

Nonostante il "salvataggio" delle 15 filiali sulle 61 di cui era inizialmente prevista la chiusura, il senatore calolziese non ritiene accettabile la chiusura definitiva degli sportelli dei comuni montani lecchesi, e in merito ha presentato una nuova interrogazione in Senato al Ministro dello sviluppo economico.

«Fra i criteri adottati non ne è stato preso in considerazione uno molto importante - afferma Arrigoni - che il Governo si era impegnato invece a garantire (con la mozione della Lega Nord approvata dall'Assemblea di palazzo Madama all'unanimità lo scorso 9 aprile), ovvero quello della permanenza degli uffici postali già presenti nei Comuni rurali e nei Comuni montani, così come definiti dall'articolo 2 della delibera Agcom 342/14/Cons, visto che sia negli uni che negli altri gli sportelli di Poste Italiane costituiscono da decenni un punto di riferimento insostituibile».

«La mancata previsione di questa tutela nei confronti dei comuni montani non ha scongiurato la chiusura di due importanti presidi del territorio lecchese: l'ufficio di Rossino a Calolziocorte e l'ufficio di Sala al Barro di Galbiate - prosegue il senatore - facendo prevalere mere logiche di mercato e obiettivi di profitto a una concreta assistenza e riferimento per le fasce socialmente deboli».

Arrigoni chiede quindi al Ministro Federica Guidi «se non ritenga urgente farsi promotore di una momentanea sospensione del processo riorganizzativo di Poste Italiane affinché possano essere esclusi dalla lista degli uffici prossimi alla chiusura tutti quelli ubicati nei comuni classificati come montani».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento