menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Pubblico al Teatro della Società

Pubblico al Teatro della Società

Premio Manzoni, pronta la giuria per l'undicesima edizione

Ad ottobre la consegna al Teatro della Società con la manifestazione conclusiva. Il riconoscimento alla carriera si apre anche a figure internazionali

Cambiamenti significativi per il Premio letterario internazionale Alessandro Manzoni: una nuova giuria abbinata al voto popolare. In occasione della undicesima edizione, in programma nel 2015, infatti l’associazione 50&Più Confcommercio Lecco, organizzatrice del prestigioso riconoscimento, ha nominato i componenti della nuova giuria.

Si tratta di Ermanno Paccagnini (presidente), Alberto Cadioli, Gian Luigi Daccò, Gianmarco Gaspari, Luigi Mascheroni, Stefano Motta, Mauro Novelli, Giovanna Rosa. Tre le conferme rispetto al passato (Daccò, Gaspari e Rosa) e ben cinque new entry.

Ma a cambiare saranno anche le modalità operative del premio. Infatti gli otto membri della giuria sceglieranno le tre opere finaliste che verranno poi sottoposte a una giuria popolare. I giurati popolari riceveranno una copia dei tre volumi finalisti, con l’impegno a inviare la scheda di votazione entro il 30 settembre.

Nel mese di ottobre presso il Teatro della Società si terrà la manifestazione conclusiva del Premio Manzoni, nel corso della quale verranno scrutinate le schede e si procederà alla proclamazione del vincitore. Il premio è destinato a opere edite di narrativa, in forma di romanzo, diario o biografia, nelle quali sia presente una evidente prospettiva storica, o la cui narrazione sia collocata in un contesto storico, in sintonia con l’intitolazione del premio.

Rilievo preminente sarà assegnato al tema della memoria, in termini di esperienza sia individuale sia collettiva. Il premio sarà attribuito a opere pubblicate in volume, per la prima volta, nel periodo compreso tra il primo maggio 2014 e il 30 aprile 2015. Confermata poi l’assegnazione del Premio Manzoni alla carriera che, in sintonia con l’intitolazione, sarà attribuito a un’importante personalità della cultura che abbia in modo visibile perseguito e rappresentato ideali di alto impegno culturale e civile.

In passato il prestigioso riconoscimento è andato a Umberto Eco, Ermanno Olmi, Luigi Ronconi, Mario Botta, Emanuele Severino, Paolo Conte, Giulia Maria Crespi. La novità è che per la ottava edizione, nell'anno di Expo, il Premio si aprirà anche a personaggi internazionali. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento