menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'onorificenza è stata aseegnata a don Vincenzo Gatti per il complesso di San Pietro al Monte

L'onorificenza è stata aseegnata a don Vincenzo Gatti per il complesso di San Pietro al Monte

Premio Rosa Camuna a don Vincenzo Gatti per il complesso di San Pietro al Monte

Giovedì 19 maggio, in occasione della festa della Lombardia e dell’assegnazione del premio “Rosa Camuna”, è stato insignito della prestigiosa onorificenza regionale anche don Vincenzo Gatti

Giovedì 29 maggio, in occasione della festa della Lombardia e dell’assegnazione del premio “Rosa Camuna”, è stato insignito della prestigiosa onorificenza regionale anche don Vincenzo Gatti. 

Al sacerdote civatese è stato riconosciuto “l’impegno nell’attività di conservazione e valorizzazione del Complesso monastico di San Pietro al Monte in Civate, che rappresenta oggi, anche grazie al sapiente lavoro di restauro, uno dei più affascinanti gioielli artistici di Lombardia”, si legge nella motivazione.

“Sono particolarmente lieto per questo premio attribuito a don Vincenzo, cui mi lega una sincera amicizia: ha contribuito alla valorizzazione del complesso San Pietro che costituisce la punta di diamante per la candidatura a patrimonio dell’Unesco, sostenuta da regione Lombardia e dal consiglio regionale”, commenta Daniele Nava, sottosegretario alle riforme istituzionali, enti locali, sedi territoriali e programmazione negoziata di regione Lombardia.

"Alla prima edizione del premio “Rosa Camuna” ho avuto il piacere di assistere alla premiazione di don Vincenzo Gatti, che con il suo impegno e la sua forte determinazione ha saputo valorizzare il Complesso monastico di San Pietro al Monte sopra Civate – conclude Antonio Rossi, assessore allo sport al Pirellone - Da lecchese voglio porgere a don Gatti la mia gratitudine per l'entusiasmo con cui ha creduto in questa iniziativa, che porta un grande numero di turisti a visitare e a conoscere il nostro territorio, nonchè guarda all'inserimento nei beni patrimonio dell'Unesco. Il lavoro svolto da don Gatti riflette in pieno lo spirito del premio, che ha voluto evidenziare le eccellenze della nostra Regione, tra cui associazioni, istituzioni, imprese e persone".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento