menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rancio, mille firme per chiedere interventi contro la processionaria

Anghileri (Cambia Lecco): "Più volte gli abitanti della zona hanno chiesto l'intervento delle autorità, senza risultati"

Un migliaio di firme raccolte dai cittadini di Rancio per chiedere ad Asl e Comune di Lecco un intervento per risolvere il problema della processionaria, insetto parassita che infesta i pini piantati nell'area del vallo paramassi ai piedi del San Martino.

A darne notizia è Alberto Anghileri, Consigliere comunale di Cambia Lecco, che specifica: «La processionaria è pericolosa per gli animali e per le persone, in particolare modo per i bambini ed è anche pericolosa per la vegetazione». Questa varietà di lepidottero, infatti, non è soltanto un parassita molto distruttivo per i pini. Allo stato larvale è ricoperta da una peluria fortemente irritante, che può causare anche gravi reazioni allergiche nell'uomo e intossicazioni negli animali.

«Più volte gli abitanti della zona hanno sollecitato l’intervento delle autorità, purtroppo senza risultati - afferma Anghileri - Si tratta del classico stile all’italiana, ognuno scarica su altri le proprie responsabilità». La lotta alla processionaria è, infatti, obbligatoria per legge dal 1998 nelle aree a rischio di infestazione.

Nei prossimi giorni le firme raccolte saranno consegnate a Palazzo Bovara e all'Asl.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento