Cronaca Piazza Armando Diaz, 1

Lecco, i richiedenti asilo spaleranno la neve per ringraziare la città per l'accoglienza

Durante la marcia "di ringraziamento" hanno regalato al Sindaco Brivio una pala e un sacco di sale a simbolo del loro impegno

Spaleranno la neve per "fare la loro parte" e ringraziare la città di Lecco che li ospita dalla scorsa estate.

È questo l'impegno che i migranti ospiti al Bione hanno deciso di assumersi per dimostrare la loro gratitudine alla città, una decisione "ufficializzata" nella serata di ieri 14 dicembre quando, durante la marcia che li ha portati dal campo di accoglienza fino in centro al grido di "Grazie Lecco", hanno incontrato anche il Sindaco Virginio Brivio, con il Vicesindaco Bonacina e l'Assessore Mariani.

Quattro le tappe simboliche del corteo: dall'hub allestito nell'area degli spetacoli viaggianti, il corteo di 160 migranti si è recato al convento di Pescarenico, poi al Politecnico, a Palazzo Bovara e infine alla parrocchia di San Francesco, dove li ha attesi una "risottata" con i parrocchiani, promossa dal titolare del ristorante Il Barcaiolo e del bar Mojito, Mario Sesana.

«Una parrocchia che invita a cena 160 persone è diventata l'occasione per conoscere di più la città - ha commentato il Primo cittadino, che ai migranti ha regalato a sua volta una copia della Costituzione, una guida di Lecco e un libro sulle bellezze naturalistiche del nostro territorio - A Pescarenico è stata illustrata loro la tradizione legata al Manzoni, al Politecnico e al Cnr il futuro e la possibilità di riscatto che passa attraverso la conoscenza».

A nome di tutti gli ospiti del Bione ha parlato Valde, che in una lettera ha espresso la sua gratitudine personale all'accoglienza lecchese: «All'inizio le montagne mi facevano paura - ha detto - poi ho conosciuto la vostra gente, i vostri misultin, ho iniziato a sentirmi a casa. Adesso le montagne non mi fanno più paura, anzi, sento che mi proteggono».

Proprio in Municipio, i richiedenti asilo hanno regalato a Brivio una pala e un sacco di sale, a simboleggiare il loro impegno per "occuparsi" delle strade lecchesi durante l'inverno. Un impegno accolto positivamente da Brivio, che ha già annunciato come i migranti andranno a rinforzare le fila dei volontari comunali, e che il problema dell'assicurazione, necessaria per il volontariato, è stato risolto: la conferma all'amministrazione è arrivata dall'Inail proprio in questi giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecco, i richiedenti asilo spaleranno la neve per ringraziare la città per l'accoglienza

LeccoToday è in caricamento