menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La nuova "area vasta" comprenderebbe le quattro province di Lecco, Como, Monza Brianza e Varese

La nuova "area vasta" comprenderebbe le quattro province di Lecco, Como, Monza Brianza e Varese

Province, nel possibile futuro di Lecco l'Area Vasta con Monza, Como e Varese

Presentata durante l'Assemblea dei Sindaci la proposta sul futuro del territorio

Il futuro del territorio è stato al centro della seduta di ieri 28 gennaio dell'Assemblea dei Sindaci della provincia lecchese, riunita per discutere sulla collocazione di Lecco nelle "aree vaste" previste nella riforma Delrio.

Dal Pirellone sembra chiara l'intenzione di arrivare entro l'estate con una legge regionale che riorganizzi i territori, anticipando di fatto il voto costituzionale, e stando a quanto emerso finora, il Governatore Maroni starebbe pensando di "ricalcare" a livello amministrativo gli accorpamenti messi in atto con la riforma sanitaria: Lecco andrebbe dunque a finira con Monza.

Sul tavolo dell'Assemblea, però, anche la possibilità di accorpamento con Como, territorio contiguo, storicamente legato e "affine" a quello lecchese.

Monza e Como risponderebbero, secondo la Provincia di Lecco, ai criteri stabiliti per l'accorpamento: caratteristiche geomorfologiche comuni, rete viaria ben integrata, storia e identità culturale comuni, vicinanza nelle attività produttive e nell'attrattiva turistica. Le due "macro aree" che costituiscono i due volti del territorio lecchese, Lago e Brianza, vedrebbero i loro inevitabili corrispettivi nelle province di Como e Monza.

Guardare a Como ha portato però ad allargare il campo fino a Varese, area contigua all'altra provincia lariana. Se messa in atto, l'unione delle 4 province porterebbe alla nascita di un'area vasta anche in senso letterale: 438 comuni su un territorio di oltre 3.700 chilometri quadrati, con una popolazione complessiva di oltre 2 milioni e 600mila abitanti.

La proposta sarà ripresa in esame durante la prossima riunione dell'Assemblea, in programma a febbraio. Nel frattempo restano sul tavolo, assieme alle idee che saranno proposte alle istituzioni, anche le preoccupazioni perché anche dopo l'accorpamento i servizi vengano mantenuti e la provincia rimanga unita, per evitare una "fuga" dei comuni verso le Province vicine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento