Cronaca Piazza Lega Lombarda

Lecco, la Provincia firma la Carta di Milano sull'alimentazione sostenibile

Il Presidente Polano: "Indispensabile approccio sistemico attento, che coinvolga tutti gli attori sociali e istituzionali"

Flavio Polano, presidente della Provincia di Lecco

C'è anche la Provincia di Lecco tra gli enti che hanno deciso di sottoscrivere la Carta di Milano, documento presentato in occasione dell'apertura di Expo 2015 che pone la diffusione della cultura del diritto al cibo come strumento di azione, educazione e iniziativa.

Aperta a singoli cittadini, aziende e istituzioni, la Carta di Milano rappresenta l’anima e l’eredità culturale, frutto dell'ampio dibattito nel mondo scientifico, nella società civile e nelle istituzioni che si è sviluppato sul tema "Nutrire il pianeta, energia per la vita": un documento che richiama ogni cittadino, associazione, impresa o istituzione ad assumersi le proprie responsabilità per garantire alle generazioni future di poter godere del diritto al cibo.

Questi i punti fondamentali della Carta, identificati dai maggiori esperti italiani e internazionali: quali modelli economici e produttivi possano garantire uno sviluppo sostenibile in ambito economico e sociale, quali tra i diversi tipi di agricoltura esistenti riusciranno a produrre una quantità sufficiente di cibo sano senza danneggiare le risorse idriche e la biodiversità, quali siano le migliori pratiche e tecnologie per ridurre le disuguaglianze all'interno delle città, dove si sta concentrando la maggior parte della popolazione umana, e infine come riuscire a considerare il cibo non solo come mera fonte di nutrizione, ma anche come identità socio-culturale.

Sottoscrivendo la Carta di Milano i singoli cittadini, le associazioni, le imprese si assumono responsabilità precise rispetto alle proprie abitudini, agli obiettivi di azione e sensibilizzazione e chiedono con forza ai governi e alle istituzioni internazionali di adottare regole e politiche a livello nazionale e globale per garantire al Pianeta un futuro più equo e sostenibile: aderendo, in pratica, la generazione presente si impegna a mettere in atto azioni, condotte e scelte che garantiscano la tutela del diritto al cibo anche per le generazioni future.

«Per far fronte in modo sostenibile alle sfide alimentari future - commenta il Presidente Flavio Polano - è indispensabile adottare un approccio sistemico attento ai problemi sociali, culturali, economici, ambientali che coinvolga tutti gli attori sociali e istituzionali. La Provincia di Lecco ha quindi ritenuto di fare propri gli obiettivi della Carta di Milano di diritto alla nutrizione, alla salute, al dialogo, all’innovazione, all’identità e alla sostenibilità alimentare, ambientale, energetica e sociale. Il documento, che un alto valore sociale e culturale, deve diventare un grande strumento di lavoro per tutti i sottoscrittori, una guida di buone pratiche, dove si definiscono gli impegni di ciascun soggetto, di fronte alla responsabilità di garantire a ognuno il diritto al cibo. Tutti i futuri atti dell'Ente dovranno tener conto dei principi della Carta, per quanto compatibili e realisticamente applicabili».

Clicca qui per leggere e firmare la Carta di Milano

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecco, la Provincia firma la Carta di Milano sull'alimentazione sostenibile

LeccoToday è in caricamento