menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Punture di insetto frequenti d'estate: i consigli per evitarle e riconoscerle

Le punture di vespe, api e calabroni costituiscono un rischio diffuso anche nel nostro territorio. In meno di un mese si sono registrati sei episodi di reazioni allergiche. Ecco alcuni accorgimenti

Come confermano i recenti casi di cronaca dalla nostra testata riportati, le punture di insetto costituiscono un rischio diffuso anche nel nostro territorio. In meno di un mese si sono registrati sei episodi di reazioni allergiche, per fortuna tutti conclusi positivamente dopo l'intervento tempestivo di medici e soccorritori.

Quali sono, però, i comportamenti da tenere per ridurre il pericolo di punture e riconoscere le avvisaglie di una reazione allergica a seguito della quale è necessario rivolgersi ai paramedici o recarsi in Pronto soccorso?

Accorgimenti utili

In termini di prevenzione è possibile adottare alcuni comportamenti utili, come indossare abiti chiari ed evitare profumi intensi. È preferibile inoltre evitare di camminare scalzi nell'erba, mentre se si guida in auto bisogna avere cura di tenere i finestrini abbassati e in moto ricordarsi di indossare guanti e allacciare bene il casco anche d'estate.

Punture: i consigli di Ats Brianza

Le reazioni avverse alle punture di insetti sono estremamente variabili: vanno dalla semplice reazione cutanea locale fino allo shock anafilattico.

Vanno condotti in Pronto Soccorso i soggetti che a seguito della punture presentano: cute pallida, sudorazione, sensazioni di vertigini, tosse, respiro irregolare, perdita di coscienza, orticaria diffusa, gonfiore delle palpebre o delle labbra.

Il vademecum di Ats Brianza nei casi di emergenza

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

Priscilla cerca casa: «È dolcissima»

Attualità

I 10 luoghi simbolo di Lecco più amati dai visitatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento