menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Matteo Pina scomparve nel 2004, inghiottito dalle acque del lago di Pusiano (foto da nadirpress.net)

Matteo Pina scomparve nel 2004, inghiottito dalle acque del lago di Pusiano (foto da nadirpress.net)

Rinvenute ossa nel lago di Pusiano, potrebbero essere del giovane che sparì nell'acqua undici anni fa

Matteo Pina, allora 23enne, nel 2004 si ribaltò con il kayak nel lago e non riemerse. Sulle ossa si farà il test del Dna

Terribile rinvenimento nel lago di Pusiano nel primo pomeriggio di ieri 7 giugno: nei pressi dell'isola dei Cipressi sono state trovate alcune ossa che, si è ipotizzato in un primo momento, potessero essere umane.

L'ipotesi, confermata dai sommozzatori di Milano che hanno recuperato i resti, agendo in supporto ai carabinieri e ai vigili del fuoco di Erba (Co), ha aperto subito la strada alla speranza che si possa trattare dei resti di Matteo Pina, che scomparve nel lago senza più riemergere nel settembre 2004, a soli 23 anni, durante un'uscita in kayak.

Sui resti saranno ora svolte le analisi, compreso l'esame del Dna, necessarie ad accertare se si tratti effettivamente del giovane, la cui morte presunta è stata dichiarata nel 2009 dal Tribunale di Como, dopo 5 anni dalla scomparsa. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento