Mercoledì, 23 Giugno 2021
(foto di repertorio)
Cronaca

Legge regionale per il commercio su aree pubbliche: soddisfatta Confcommercio

"Il provvedimento ribadisce principi fondamentali, quali la concorrenza leale"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

È stata approvata la nuova Legge regionale su commercio ambulante e sagre. Una norma attesa e auspicata da tempo, che trova il plauso della Confcommercio sia a livello lombardo che locale. «È una norma che aspettavamo e che avevamo chiesto a gran voce. - ha commentato il presidente di Confcommercio Lecco, Peppino Ciresa – In particolare siamo soddisfatti dell'introduzione di principi di regolamentazione sulle sagre, il cui proliferare incontrollato danneggia l'attività dei pubblici esercizi anche sul territorio. Nessuno ha mai pensato di penalizzare queste iniziative, ma nello stesso tempo siamo sempre stati convinti che fosse necessario introdurre norme e paletti. Vediamo positivamente la creazione di un calendario annuale di queste sagre. Un calendario che darà priorità e spazio a quelle manifestazioni che appartengono veramente alla tradizione dei nostri paesi e dei nostri territori. Apprezziamo poi le tutele inserite a favore degli ambulanti con le assegnazioni dei posteggi che tengono conto dell'anzianità lavorativa e professionale, in modo da evitare di vanificare gli investimenti e l'esperienza di quanti operano da anni con le loro bancarelle».

Positivo il giudizio espresso dalle due categorie di Confcommercio Lecco maggiormente interessate al provvedimento, ovvero la Fipe (pubblici esercizi) e la Fiva (ambulanti). Per il presidente Fipe Confcommercio Lecco, Marco Caterisano, «bar e ristoranti devono far fronte a una "concorrenza sleale" e devono combattere contro manifestazioni che durano settimane e settimane e che nascono come funghi! Siamo sempre stati favorevoli a porre un freno: sono tante le situazioni al limite che creano confusione e preoccupazione tra gli operatori. Operatori che si trovano a confrontarsi con chi non deve sottostare alle nostre regole, non ha i nostri costi da sopportare, nè gli stessi controlli…».

Soddisfatto anche il presidente Fiva Confcommercio Lecco, Rino Barbieri: «C'era preoccupazione tra gli ambulanti, che temevano di vedere andare in fumo gli investimenti fatti negli anni. La nuova legge mi pare che abbia individuato una soluzione equilibrata e nel rispetto della direttiva Bolkestein, con la riassegnazione dal 2017 dei posteggi dei mercati per 12 anni attraverso un criterio assolutamente prioritario di professionalità acquisita, calcolata sulla base dell'anzianità d'impresa e di posteggio».

Anche Confcommercio Lombardia ha espresso soddisfazione per il via libera del Consiglio Regionale lombardo alla legge del commercio su aree pubbliche e sagre. «Si tratta di un provvedimento molto significativo per le imprese lombarde del terziario, che ribadisce principi fondamentali di concorrenza leale e di contrasto all'abusivismo, conseguito dopo molti mesi di lavoro grazie alla positiva collaborazione con la Regione e con l'assessorato allo Sviluppo Economico guidato da Mauro Parolini», ha sottolineato Renato Borghi, vice presidente vicario di Confcommercio Lombardia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legge regionale per il commercio su aree pubbliche: soddisfatta Confcommercio

LeccoToday è in caricamento