menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto nutrirelavita.it

foto nutrirelavita.it

Diritto al cibo: Regione Lombardia approva la legge

"Sette anni di crisi economica hanno creato pure in Lombardia un aumento delle persone in difficoltà: con questa legge intendiamo dare risposte nuove" commenta il consigliere Mauro Piazza

Regione Lombardia ha approvato ieri, martedì 27 ottobre, la legge di "Riconoscimento, tutela e promozione del diritto al cibo".

Tra le finalità del provvedimento: ridurre gli sprechi alimentari (del 50% entro il 2025), ridistribuire alle persone più bisognose le eccedenze di cibo, educare ad una sana e corretta alimentazione. E', inoltre, istituita la Consulta regionale per la promozione del diritto al cibo, con compiti consultivi e di supporto alla programmazione delle politiche regionali sul tema.

"Sette anni di crisi economica hanno creato in Italia e pure in Lombardia un aumento delle persone in difficoltà ma, soprattutto, hanno reso evidente un cambiamento delle cause della povertà stessa", commenta il consigliere regionale lecchese Mauro Piazza, "Con questa legge intendiamo dare risposte nuove e più rispondenti a questa emergenza, ponendo la lotta alla povertà alimentare come primo punto, attraverso l'introduzione di norme e politiche per garantire a tutti pieno accesso al sostentamento alimentare e la promozione di iniziative da parte delle organizzazioni che tutelano il diritto al cibo".

In Lombardia gli enti no profit assistono, annualmente, oltre 300.000 persone in difficoltà: il problema della povertà non può essere quindi affrontato dalle sole istituzioni pubbliche e la collaborazione con il Terzo Settore è un elemento decisivo e fondamentale: "Un approccio non nuovo per la Lombardia che nel 2006 approvò la legge denominata "Politiche regionali di intervento contro la povertà" aprendo così una strada innovativa nel panorama italiano e assumendo il bisogno alimentare come elemento centrale nella risposta pubblica e il terzo settore come soggetto privilegiato per un intervento in materia", conclude Piazza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento