rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Cronaca

Spese pazze in Regione, Boscagli e Galli rinviati a giudizio

Dovranno rispondere di peculato e truffa, Spreafico già condannato a due anni

Acquisti di ogni genere, dai salatini alla Nutella, passando per sigarette e biglietti "gratta e vinci": per queste e altre spese pazze sono stati rinviati a giudizio, ieri 28 aprile, 56 ex consiglieri della Regione Lombardia.

Tra coloro che compariranno in aula il primo di luglio, accusati a vario titolo di truffa e peculato per aver addebitato ogni tipo di acquisto nei moduli di rimborso regionali, anche due lecchesi, il leghista Stefano Galli e Giulio Boscagli, ex Assessore nella Giunta di Roberto Formigoni.

Per tre dei quattro che avevano optato per il rito abbreviato, le condanne sono già arrivata: è il caso di Carlo Spreafico, ex cosigliere lecchese del Pdm condannato a due anni di reclusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spese pazze in Regione, Boscagli e Galli rinviati a giudizio

LeccoToday è in caricamento