Riaperta la Sp180 che collega Calolzio e Carenno, stop ai disagi

Dopo i controlli definitivi, la strada interessata quindici giorni fa da una frana è tornata ad essere percorribile dalle ore 17 di oggi, lunedì 2 dicembre

Ora è ufficiale: dalle ore 17 di oggi, lunedì 2 dicembre, la Sp180 Calolzio-Carenno è stata riaperta al traffico. Lo ha annunciato in una nota stampa l'Amminisrtrazione comunale di Calolziocorte dopo il sopralluogo decisivo che si è tenuto a mezzogiorno da parte dei tecnici provinciali che hanno effettuato i collaudi e le verifiche necessarie per permettere la riapertura. Pare che inizialmente ci sia stato qualche dubbio sulla riapertura con l'ipotesi di ulteriori controlli e rinvii, ma alla fine il via libera è stato concesso. Da questa sera quindi non sarà più necessario passare obbligatoriamente da Sopracornola per raggiungere Carenno da Calolzio e viceversa.

Una situazione di grave disagio, soprattutto per i carennesi, che si protraeva dalla serata dello scorso 17 novembre dopo la frana che aveva interessato un terreno privato a lato della Sp180. Al sopralluogo di oggi, oltre ai tecnici provinciali e a quelli del Comune, hanno voluto essere presenti anche gli assessori di Calolzio Dario Gandolfi (Opere pubbliche) e Cristina Valsecchi (Protezione civile) oltre al privato che ha messo in atto il primo significativo intervento di messa in sicurezza necessario alla riapertura dell'arteria stradale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Comando della Polizia Locale: colpo di pistola, muore un giovane agente

  • Tragedia a Valgreghentino: giovane giardiniere muore travolto da un escavatore

  • Oggi a Villa San Carlo i funerali Ugo Gilardi, «Un ragazzo d'oro»

  • Emergenza Covid: a San Girolamo chiese chiuse e Padri Somaschi in quarantena

  • Le regole per Natale 2020: cosa succede con gli spostamenti tra regioni, il coprifuoco e il cenone

  • Controlli anticovid nel Lecchese: due esercizi lecchesi vengono chiusi, nove i cittadini sanzionati

Torna su
LeccoToday è in caricamento