Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Colico, riaprono i forti di Fuentes e Montecchio

Il 27 e 28 marzo sarà inoltre possibile visitare la Galleria delle Mine di Verceia

Dal 26 riaprono Forte Montecchio Nord e Forte Fuentes; poi - da domenica 27 marzo - anche la Galleria di Mina di Verceia. Tre gioielli storici e culturali del territorio lecchese, da anni gestiti dal Museo della Guerra Bianca in Adamello.

Forte Montecchio Nord, dopo l'exploit del 2015 (più di 11mila i visitatori), riapre i battenti con la formula ormai collaudata delle visite guidate a ogni ora (dalle 10 alle 18). Forte Fuentes (4mila le visite nel 2015) riprende a mostrare il meglio di sè con un sito archeologico oggetto di continue cure e migliorie.

Novità 2016 per il Forte Montecchio Nord, la batteria corazzata meglio conservata in Italia e tra le più integre in Europa, è la presenza di gigantografie a grandezza naturale di artiglieri, ripresi dall'obiettivo, impegnati in battaglie o in momenti di riposo e riprodotte su supporti forex, grazie alla collaborazione con gli Artiglieri della Valtellina. La visita è, così, ancor più evocativa.

Forte Fuentes - invece - mette a disposizione (al costo di 20 euro) il nuovo libro "Alla scoperta del Forte di Fuentes" per chi, al di là delle indicazioni generali fornite all'inizio della visita, avesse voglia di approfondire la storia di questo splendido rudere secentesco.

La Mina di Verceia sarà invece aperta domenica 27 e lunedì 28 marzo dalle ore 10 alle ore 18 con visite ogni mezz'ora. Un manufatto del 1917 costruito per la paura di un'invasione dello Spluga, che portò il Genio militare a ideare uno sbarramento fisico alla strada ferrata e alla carrozzabile.

Tre modi diversi, tutti stimolanti, di passare il "triduo" pasquale, da sabato a lunedì, in compagnia della storia lecchese e italiana a partire dal XVII secolo ai primi anni del XX.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colico, riaprono i forti di Fuentes e Montecchio

LeccoToday è in caricamento